Sono circa 1.500 i carabinieri, divisi in 800 pattuglie, impegnati in queste ore sulle strade dell’Emilia-Romagna per controllare la difficile circolazione stradale ed eventualmente aiutare gli automobilisti in difficoltà. Per tutta la notte sono stati presidiati i caselli autostradali per impedire ai camion di entrare in autostrada. Numerosi gli interventi in soccorso degli automobilisti alle prese con incidenti, seppure non gravi, causati dal fondo stradale innevato.

La circolazione dei mezzi pesanti (ovvero sopra le 7,5 tonnellate), incluso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali, è stata vietata a partire dalle 2 della notte scorsa sull’intero sistema viario della Provincia di Bologna (autostrade, strade statali e provinciali), fino a cessate esigenze anche se Autostrade non segnala criticità. “Il provvedimento – fanno sapere dalla Prefettura di Bologna – è stato adottato a seguito degli avvisi di allerta meteo emessi dall’Arpa Emilia Romagna e delle valutazioni emerse nel corso della riunione odierna del Cov, in cui i rappresentanti di Autostrade per l’Italia, Polizia Stradale, Anas e Provincia hanno evidenziato la necessità di adottare tale misura, anche in considerazione della viabilità nel territorio delle regioni Toscana, Umbria e Marche che non consentono il transito di automezzi pesanti e dell’impossibilità di effettuare, a seguito dell’intensificarsi delle precipitazioni nevose sulle direttrici A01 – Parma – BolognaA14 Bologna – Ravenna, di qualunque forma di stoccaggio di tutti veicoli suindicati nelle aree appositamente individuate a tali fine”.

L’Anas comunica invece che per consentire l’azione dei mezzi sgombraneve è stata provvisoriamente chiusa la E45, in entrambe le direzioni, tra Cesena Sud e Canili (dal Km 222,000 al Km 162,800), in provincia di Forlì Cesena, dove sono in corso nevicate particolarmente intense. Otto mezzi speciali dell’Anas stanno operando in entrambe le direzioni per ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile.

Sulla SS 67 Tosco Romagnola, a Forlì, il traffico è provvisoriamente bloccato a causa di alcuni mezzi pesanti intraversati (dal km 203 al km 208). Sul posto sono presenti le Forze dell’ordine e il personale Anas per rimuovere i veicoli e ripristinare la circolazione. Traffico sostanzialmente regolare con qualche rallentamento sul resto delle strade statali dell’Emilia Romagna, dove sono in azione complessivamente circa 200 mezzi speciali dell’Anas. L’evoluzione della situazione in tempo reale è consultabile sul sito ‘www.stradeanas.it/trafficò oppure con l’applicazione ‘VAI’, disponibile gratuitamente per Android, Ipad e Iphone (www.stradeanas.it/vaiapp).L’Anas invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico di rilevanza nazionale è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

Scippo di Stato

di Daniele Martini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Bologna: aeroporto chiuso e traffico in tilt. Polemiche sulla pulizia strade

next
Articolo Successivo

Modena, denuncia dei sindacati: “I bus sono senza gomme da neve”

next