Dunque, prendete la notizia che Elsa Fornero è scoppiata in lacrime. Ovviamente è su tutti i giornali del mondo perchè il giornalismo ha bisogno di passioni prima che di cifre.

Beh solo in Italia, ovvero nella lingua italiana provinciale e sessista, nel 90% dei casi si scrive che il ministro (!) del Welfare (!) Elsa Fornero ha pianto. In spagnolo è la ministra, in francese la ministre, in tedesco è die Ministerin. In inglese è neutro, ma lo è per tutto, anche per “the worker”. Solo una piccola minoranza illuminata in italiano la chiama “la ministra”.

Inoltre solo in inglese, giustamente, il ministro della Sicurezza sociale si dice “del Welfare”. Negli altri paesi ha un nome nella lingua nazionale.

A quando un uso più moderno e intelligente dell’italiano? Se a piangere fosse l’operaio Fornero, non ci sarebbero dubbi che è un maschio, invece chi dice “il ministro” per una donna, se è un operaio la chiama operaia. Sessismo e classismo inconsci.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La crisi e il Discorso della Montagna

next
Articolo Successivo

Autonomisti e verdi, ma non leghisti
Nelle terre varesine nascono i Domà Nunch

next