Il prefetto di Parma Luigi Viana aveva parlato di dieci giorni, invece la nomina del nuovo “reggente” in Comune è arrivata in 48 ore. Segno, forse, dell’urgenza rappresentata dal caso Parma. Il nuovo responsabile arriva da Gallipoli è già nel 1994 ricoprì lo stesso ruolo in città

Come nel 1994. Sarà Mario Ciclosi il nuovo Commissario straordinario di Parma. Già 17 anni fa sostituì la Cencellieri nel ruolo di “reggente” del Comune. Le indiscrezioni, circolate in giornata, paiono trasformarsi in ufficialità col trascorrere delle ore. Già lunedì Ciclosi, che attualmente riveste lo stesso incarico a Gallipoli, potrebbe sedere sulla poltrona lasciata dalla neoministra agli Interni Anna Maria Cancellieri. La nomina arriverà presto, lasciano trapelare da Palazzo Rangoni.

L’accelerazione è stata inattesa per molti. Dopo l’addio della lady di ferro Luigi Viana, prefetto di Parma, aveva infatti garantito che entro dieci giorni Parma avrebbe avuto un nuovo commissario. Nessuno si aspettava una fumata bianca tanto rapida, solo due giorni dopo il saluto della Cancellieri. Segnale, forse, dell’urgenza che il caso Parma rappresenta e che la stessa ministra ha assicurato di avere a cuore.

Ciclosi da Gallipoli a Parma, città che conosce bene per esserne stato viceprefetto dall’estate 1992 al novembre 1995. Nel 1994, alla sua carica assommò anche quella di Commissario straordinario sostituendo – corsi e ricorsi – proprio Anna Maria Cancellieri, che anche allora lasciò in anticipo il Ducato. Per lui un incarico da far tremare i polsi: riacciuffare per i capelli una città che rischia di scivolare nel baratro della bancarotta, zavorrata da 600 milioni di debiti sparsi nelle scatolette cinesi delle società partecipate e depressa dopo gli scandali giudiziari e gli arresti in Comune. Lo stesso addio della Cancellieri, nonostante alcuni iniziassero già a borbottare e a mostrare dubbi sull’efficienza del neo ministro, era stato vissuto come un ulteriore colpo alla credibilità e all’alta considerazione che Parma ha di sé. In attesa di Ciclosi, al timone del Comune resta il vice Commissario Michele Formiglio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Detenuto si uccide in carcere alla Dozza: trafficava droga per conto della ‘ndrangheta

prev
Articolo Successivo

Di Pietro a Bologna: “Subito la nuova legge elettorale, poi al voto prima possibile” (video)

next