Mentre al Senato il ministro dell’Interno Roberto Maroni riferiva sugli scontri del 15 ottobre, i sindacati di polizia protestavano contro i tagli alla sicurezza. Maroni ha ipotizzato una garanzia patrimoniale a carico dei manifestanti. Il sottosegretario Giovanardi apprezza la proposta: “Non si capisce perchè devono essere i cittadini a sborsare i soldi”. Il senatore Ciarrapico boccia senza appello il ministro leghista: “La tassa per manifestare mi sembra un pò troppo, il ministro ha commesso un errore”.
Di Irene Buscemi e Paolo Dimalio

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parla un agente: “Le forze dell’ordine hanno fallito. Non servono leggi speciali”

next
Articolo Successivo

Milano, presidio dei lavoratori della Jabil

next