Berlusconi si presenta alla Camera dove si esibisce in un orrendo siparietto che entusiasma i suoi fan.

Oltre ai soliti attacchi ai giudici, annuncia il cambio di nome del Pdl: gli piacerebbe chiamarlo Forza gnocca, cosa che però teme di non poter fare. Standing ovation da parte dei suoi…

Con il nuovo partito Berlusconi sparirà dal Pdl che dovrebbe così diventare presentabile e gradito all’Udc.

Due le correnti già individuate: il Partito degli onesti (copyright Alfano) e il Partito dei migliori (copyright Scajola, a sua insaputa).

Si salvi chi può

Silvio corre in Parlamento
poiché teme il tradimento
dei suoi squallidi scherani
con il rischio, in un domani,

di finire in una cella.
Come un clown in passerella
intrattien le sue dilette
con le trite barzellette.

Il governo non si tocca
e il Partito della gnocca,
in aggiunta al Pdl,
darà voce alle pulzelle

con me tanto generose.
Faran leggi rigorose
sul processo che si allunga
come il coso al bunga bunga…

Orfanelle al Gran Fratello,
calciatrici a Milanello,
igieniste, api regine,
escort e crocerossine,

poliziotte, dame bianche,
suore che ruotan le anche,
olgettine, danzatrici
e di fuoco mangiatrici,

solo gnocche nel partito
e un anzian rincoglionito
per la fissa della mona
che l’Alzheimer non perdona.

Resteran nel team gemello,
liberato dal bordello,
gli stimati personaggi
in politica assai saggi.

I due gruppi sono questi:
il Partito degli onesti
che, diretti da Angelino,
del Berlusca il galoppino,

penseranno alla Giustizia,
ricorrendo con dovizia
ai consigli dei virtuosi:
gli avvocati scrupolosi

come Paniz e Ghedini,
gli indagati alla Verdini,
gli imputati da galera
e dei liberi la schiera,

Milanese, Cosentino,
Papa, un po’ più birichino
e anche qualche bricconcello
come Brancher e Marcello.

L’alltro è il gruppo che Scajola
defini con la parola
inadatta “dei migliori”,
che vorrebbero far fuori

l’ingombrante personaggio
senza averne, ahimé, il coraggio,
alla moda democrista.
Ed infatti i due più in vista

son Pisanu con Scajola,
trafficon di vecchia scuola.
Fra di lor ci son Lamberto,
Dini, il migratore esperto

e un famoso generale,
il gourmand Roby Speciale,
in Finanza Comandante,
detto spigola volante,

poiché il pesce che grigliò
un aereo gli portò
sulle alte Dolomiti.
Fra i migliori così arditi

c’è anche quel Maurizio Scelli
che in Iraq fece sfracelli
come salvator di ostaggi…
Sono questi i personaggi

sui qual noi dobbiam contare
per uscir dal malaffare
e salvare il Belpaese
dagli orror del vecchio arnese.

Il rimedio per salvarci?
Certamente è non pensarci,
perciò avanti con le sbronze
e le giovani patonze.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez