A cura di Eugenia Romanelli

romanelli@bazarweb.info

Cari lettori,

ditemi, ma che cos’è l’amore? Da sempre a definirlo ci provano scienziati, poeti, filosofi, alchimisti, profeti e artisti ma senza mai giungere a una sintesi perfetta, ossia conclusa e onnicondivisa. Amare è un bisogno? Un istinto? Brama feroce o estasi mistica? E’ una sensazione, un’emozione o un sentimento? Riguarda solo l’altro o anche un po’ se stessi? Si può amare un ideale? E un oggetto inanimato? Che differenza c’è tra innamoramento e amore? E tra amore e amicizia? L’amore implica l’accoppiamento? E la riproduzione? Ha un fine? E’ un mezzo? E l’amore omosessuale? E l’amore narcisistico? L’amore è avido e vorace o generoso e altruista? Insomma, c’è una grande confusione. Nel greco antico i termini a disposizione per definire i vari sensi con cui attualmente si usa la parola “amore” sono molti di più rispetto a tante lingue di oggi: agape era l’amore incondizionato, gratuito, anche non ricambiato, filìa l’amore per un amico, l’eros l’amore sensuale, anteros quello corrisposto, himeros una passione improvvisa, pothos il desiderio verso cui tendiamo, storge il senso d’appartenenza, thelema il piacere di fare qualcosa, pathos un sentire pervasivo. In genere comunque, razzolando tra le teorie, le storie, le immagini, le esperienze narrate, le definizioni ricorrenti nelle varie epoche e culture, la lotta è tra visioni opposte, quelle poggiate sul senso di attaccamento e di appartenenza, che includono la gelosia e la possessività come segno di partecipazione, e quelle invece che si sollevano da qualsiasi desiderio. Se, soprattutto in passato, sono stati i filosofi, più di ogni altro, ad essersi interessati all’amore (la psicologia si è ahimè concentrata prevalentemente sugli aspetti morbosi di tale vissuto, ossia sulla sua degenerazione ossessiva, in patologia), e dobbiamo a Platone e a Spinoza la definizione dell’amore in rapporto a dio (o, per contrasto, a Sant’Agostino, che ne dava una visione opposta), a Shopenhauer l’inclusione della compassione, a Adam Smith il riconoscimento dell’amore come base della morale e a Hegel addirittura il suo superamento, dove l’amore diventa più importante anche del diritto, è forse la religione che ha trovato l’interpretazione più socializzabile. Come infatti non restare toccati dai messaggi dei Vangeli, dall’amore per la vita nel buddismo del Sutra del Loto, dalla ricerca del piacere sensuale dell’Induismo? Per non parlare di Gandhi. Noi però, che come sapete siamo qui per orientarvi tra iniziative divertenti ma che anche siano ricche di senso, emozione e sentimento, capaci cioè di farci vivere esperienze piacevoli e profonde insieme, impegnandoci per sviluppare valore e pensiero critico (ossia libertà), riteniamo che sia l’arte la più brava a farci partecipare dell’amore: il bacio di Rodin o di Kimt, l’amore profano di Tiziano, la Venere del Botticelli, il giardino dell’amore di Rubens, la coppia di Botero, gli amanti di Magritte, la gelosia di Gaugin, l’Adamo ed Eva di Chagal, l’abbraccio di Egon Schiele o di Frida Kahlo, gli amanti di Picasso, la lettera d’amore di Goya, la coppia di Tamara De Lampicka, ma anche alcuni lavori di Modigliani, Man Ray, Manet, Mantenga, Tiepolo (solo per restare a casa nostra) non sono forse immagini così intense da permetterci di cogliere, per un attimo, l’essenza assoluta della materia che stiamo trattando? E, lasciando perdere i più ovvi, film come “Secretary”, “Fur”, “Il paziente inglese”, “Il principe delle maree”, “I ponti di Madison County”, “Il giardino segreto”, “Lezioni di piano”, “La vita è bella”, “Si può fare”, “A beautiful mind”, “I segreti di Brockback mountain”, “Pomodori verdi fritti”, “Il bambino e il grande cacciatore”, ma anche “Titanic”, “Pretty woman”, “Dirty dancing”, “Via col vento”, “Ghost”, non sono storie da far tremare i polsi anche senza aver vissuto direttamente le stesse vicende? Ed ecco che i nostrani Cupido, Venere, Afrodite e Eros, ma anche il norreno Freyja, l’induista Kama o l’azteco Xochipilli, diventano gli illustri predecessori dei nostri favoriti, autori che ci aiutano a condividere croce e delizie del modo di amare del nostro secolo, e mentre a noi non resta che darvi dimostrazione dell’impegno della nostra ricerca anche con la musica, voi partecipate e aiutateci a proseguire le nostre liste: ciccate, ascoltate e godetevi la nostra (amorosa( playlist ;)

http://www.youtube.com/watch?v=Z0SxxsdrP5E, http://www.youtube.com/watch?v=CGh_4Mp4Pwk, http://www.youtube.com/watch?v=3OWRAovg5Dc, http://www.youtube.com/watch?v=hii_tSe1uJw&ob=av2n, http://www.youtube.com/watch?v=f9R-Ft8d0VI&ob=av2n, http://www.youtube.com/watch?v=DOU93bKDQzY, http://www.youtube.com/watch?v=JhjXraknQbo&ob=av3e, http://www.youtube.com/watch?v=hmSuvavAvRo, http://www.youtube.com/watch?v=m7rbptCL7XA&ob=av2e, http://www.youtube.com/watch?v=eCllBDIXh50, http://www.youtube.com/watch?v=JCk76mhCISU&feature=relmfu, http://www.youtube.com/watch?v=0cXalqIQULQ, http://www.youtube.com/watch?v=oQCMSBhuMaU, http://www.youtube.com/watch?v=M__SWIPogys, http://www.youtube.com/watch?v=fzFAiMFWm24, http://www.youtube.com/watch?v=Xk54SwN51rY, http://www.youtube.com/watch?v=TGySVU1ZkYs&ob=av2n, http://www.youtube.com/watch?v=o3r89VRW3As, http://www.youtube.com/watch?v=YLdl_GcseGo, http://www.youtube.com/watch?v=DzbUKVSHOSY, http://www.youtube.com/watch?v=_ygmKDjTsrA&feature=fvst, http://www.youtube.com/watch?v=3Y9ZVHv7eXA, http://www.youtube.com/watch?v=SOVbyvdKU0Y&ob=av2n, http://www.youtube.com/watch?v=1PJVV_i_kUM&feature=fvst

AVANGUARDIE

Arte come non l’avete mai goduta

Di Amanda Freiburg

freiburg@bazarweb.info

Carpi. Spazio Meme inaugura la stagione 2011-2012 aderendo all’edizione 2011 del festivalfilosofia sulla natura e propone “Misfortunes And Minor Victories”, personale di Zaelia Bishop, a cura di Francesco Paolo Del Re, Roberta Fiorito e Francesca Pergreffi, in collaborazione con Fabrica Fluxus Art Gallery. Fino al 23 ottobre sarà possibile vedere ritratti, fotografie, figure umane trattate fino a diventare irriconoscibili: non si riesce più a raccontarne la storia. Zaelia Bishop è nato nel novembre 1977 a Roma. La sua ricerca è volta a portare alla luce memorie sfigurate dal tempo, i sogni dell’infanzia, le misteriose penombre della fanciullezza. Come in piccoli Musei del Dimenticato, di simboli spezzati, segreti e trappole (http://www.festivalfilosofia.it/, http://www.spaziomeme.org/, http://www.fabricafluxus.com/).

Capalbio. “Scraps-Quello che resta” (http://www.facebook.com/pages/SCRAPS-quello-che-resta-Mostra-di-Francesco-Cabras/276542979028094) è una mostra fotografica del regista e fotografo Francesco Cabras, fino al 10 ottobre alla galleria Crossroad. Il curatore, Nicoletta Di Pietro Nardi, sottolinea i frammenti di visioni, sedimentate durante viaggi e reportage realizzati in giro per il mondo, come elemento portante del percorso: ciascuna opera propone infatti una sequenza di quattro o più scatti, un assemblaggio verticale/orizzontale di memorie on the road. Francesco Cabras inizia giovanissimo come fotografo e giornalista riuscendo a incontrare, nel 1995, il premio Nobel per la pace Aung San Suu Ky agli arresti domiciliari. Come regista è autore insieme ad Alberto Molinari di “The Big Question” un documentario prodotto e successivamente censurato da Mel Gibson per divergenze teologiche, unico esempio italiano di non fiction film distribuito nei cinema Usa grazie all’agente di Michael Moore. Molti tra i suoi lavori hanno avuto riconoscimenti in festival internazionali come l’American Film Istitute di Los Angeles, IDFA Amsterdam, Jerusalem FF, Bellaria Film Festival, Torino Film Festival. Sempre con Molinari ha diretto alcuni tra i videoclip più originali del panorama musicale italiano (Caparezza, Max Gazzè, Giorgia, Sergio Cammariere, Nada, etc.). Con “Paleoliche” vince il festival di videoarte Festarte e viene incluso in “Young Blood”, la pubblicazione dei talenti italiani nel mondo. L’opera viene utilizzata da Greenpeace per la campagna nazionale pro-energia eolica.

Roma. Fino al 10 dicembre, Dan Colen sarà a Palazzo Rospigliosi, Nate Lowman all’American Academy in Rome e Dash Snow al MACRO. Massimo De Carlo, con il coordinamento di Ludovico Pratesi, ha infatti portato nella capitale “Three Amigos”, un progetto inedito, unico nel suo genere, che vede esporre in tre mostre personali distinte i tre giovani artisti americani di fama internazionale. Nelle sale barocche di Palazzo Rospigliosi oltre venti grandi tele di Dan Colen dialogano con gli affreschi delle sale del Ratto di Proserpina, del Ratto d’Europa e del Ratto di Anfitrite; Nate Lowman trasforma le due sale della galleria dell’American Academy con l’installazione di quasi trenta quadri in cui utilizza, fra gli altri materiali, ritagli di giornale, cemento e filo interdentale; il video di Dash Snow Sisyphus, Sissy Fuss, Silly Puss, esposto nella sala al livello 3 del MACRO, racconta un momento intimo di una madre con la figlia, in un tempo sospeso, in un luogo indefinito: fantastico! (http://www.macro.roma.museum/mostre_ed_eventi/mostre/three_amigos_dash_snow).

Lugano. Fino al 13 ottobre l’American Design And Art presenta, alla Banca Intermobiliare Suisse, la mostra “Diabolik e Eva Kant” con 30 opere della Microm Art Collection realizzate dai principali autori della serie: Sergio Zaniboni, Franco Paludetti, Enzo Facciolo, Elio Silvestri e Giuseppe Palombo (www.americandesignandart.com).

QUEER

Vivere  no-gender: l’identità è liquida

Di Valentina Cominetti

cominetti@bazarweb.info

Roma. Il 5 ottobre dalle 9 alle 18 presso l’aula Moscati dell’Università Torvergata si terrà  una giornata di studio (le iscrizioni sono già aperte: http://www.digayproject.org/Appuntamenti/incontro_omosessualit.php?c=4722&m=17&l=it) dal titolo “Omosessualità e media. Le parole e le immagini contano”. All’incontro presenzieranno giornalisti, editori e attivisti per i diritti umani per confrontarsi sulla rappresentazione del mondo dell’omosessualità in Italia.

Firenze. Videoqueer è una creativa e coinvolgente anticipazione del Florence Queer Festival: fino al 15 ottobre sarà infatti possibile partecipare alla nona edizione del concorso nazionale video sull’universo glbt inviando un video (documentario, fiction, video-arte o elettronica), di massimo tre minuti, che racconti l’universo queer. In palio 1000 euro e la proiezione nell’ambito del festival. Un’altra sezione del concorso è dedicata al tema dell’AIDS e si intitola “Se hai testa fai il test”, il premio previsto è lo stesso (http://www.florencequeerfestival.it/?p=2555).

Brescia. Il 5, 12 e 19 ottobre alle 20 e 45 tre mercoledì di appuntamenti con il cinema glbt proposti da Arcigay. Le proiezioni dei film si terranno tra il Nuovo Cinema Eden e il Teatro San Carlino. Informazioni ulteriori sono disponibili sul sito: http://www.arcigay.it/c/eventi/2011-10.

Bologna. Dal 29 ottobre al 5 novembre il festival internazionale Gender Bender (http://www.genderbender.it/ita/home.asp) presenta vari eventi interdisciplinari con lo scopo di indagare gli immaginari prodotti dalla cultura contemporanea legati alle nuove rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamento sessuale.

LEGGERE

Da non perdere: The Paris review – Interviste Vo. 3

Di Ciro Bertini

bertini@bazarweb.info

Perché, domanderete voi, dovremmo leggere un voluminoso libro di interviste a poeti e scrittori sul loro lavoro, fatte nel corso del tempo da una rivista letteraria americana? Tanto più se non siete a vostra volta poeti e scrittori di mestiere. O dei critici, quanto meno. Oppure dei fan sfegatati di almeno qualcuno dei 16 autori qui presenti. Bè, dal nostro punto di vista, la risposta è semplice: l’intervista è un genere intrigante, che, al pari di poesia e romanzo, vede la compresenza di tratti ossimorici quali la sincerità e la finzione. Si pensi infatti alla natura delle risposte: alla messa a nudo di rivelazioni intime, si alternano le pose che, non sempre consapevolmente, assume l’intervistato. Diremo di più, che potrebbero essere scritti libri di interviste a uomini e donne sconosciuti e, le loro “tranches de vie”, risultate altrettanto interessanti. Anche perché la loro qualità non dipende soltanto dallo spessore umano di chi vi si sottopone, ma dalla di chi fa le domande.

Volete qualche esempio concreto? Ci vuole un enorme coraggio per chiedere a Ted Hughes di parlare dei diari della moglie Sylvia Plath (morta suicida) che lui ha provveduto a bruciare. Così com’è necessaria una certa dose di politically uncorrect per porre a Ralph Ellison la seguente questione: “Non pensa che per uno scrittore di colore sia difficile evitare il provincialismo dal momento che la sua letteratura si occupa di una minoranza?”. E infine della bella e buona improntitudine per domandare a Raymond Carver se reputi che le confessioni pubbliche che si fanno ai raduni degli Alcolisti Anonimi abbiano influenza la sua scrittura. Insomma si tratta di pagine dense e insieme leggere, emozionanti e futili: come la nostra vita. Pagine che non occorre – anzi è sconsigliabile, pena la perdita di pathos – leggere tutte di seguito: si può partire dall’intervista allo scrittore preferito o aprire una pagina a caso e focalizzare la propria attenzione sulla curiosità destata da una domanda. Dunque un perfetto libro da comodino. O da gabinetto. Noi intanto ve lo consigliamo, poi dove meglio posizionarlo sceglietelo voi (Aa. Vv. Fandango Libri, 22 euro).

SUONI

Giovani ricercatori di emozioni: 3 cd da collezione

Di Vera Risi

risi@bazarweb.info

Seguire la strada maestra, ma al proprio passo. E’ quanto sceglie di fare Eugenio Macchia al suo debutto con Living In A Movie. Un raffinato lavoro di ricerca della melodia attraverso alcune tra le pagine più interessanti del jazz, del rock e della classica, miscelate insieme con delicatissima grazia. Un lavoro autorale composto da nove tracce, tre delle quali reinterpretano con assoluta personalità la verve artistica di musicisti come Shorter, Monk e Kirkland. Il percorso musicale prende ora la piega del valzer ora della ballad, senza mai tradire la natura profondamente jazz del costrutto; e delinea un’unica linea melodica su cui gli innesti del basso e della batteria non fanno che conferire energia, ritmo e grinta al tutto. Un lavoro che, pur perseguendo l’obiettivo della ricerca di una nuova moderna melodia, si rivela dal punto di vista armonico molto ben articolato. Tanto di cappello… (Eugenio Macchia, “Living In A Movie”. Auand Piano Series: http://www.myspace.com/eugeniomacchia/).

Lorenzo Tucci sceglie di interpretare John Coltrane per il suo disco di debutto. Non è mica il primo, direte voi. Vero. Ma non è neanche uno dei tanti. Nel senso che non passa certo inosservato. Qui stavolta c’è sentimento e tecnica ma anche audacia, quella di chi vuole mettere del suo, e ci riesce. Ne emerge un jazz maturo, sciolto, consapevole della sua condizione libera da regole. Un jazz policromo, brioso e iridescente in cui percussioni e basso ordiscono con il piano un tessuto a maglia fitta, che diventa un tappeto morbido sul quale adagiare tutti i nostri sensi. Lo sminuiremmo se dicessimo che è un bel omaggio a John Coltrane. E’ molto di più: è un voler partire da questo grande compositore per esplorare nuove rotte. E quando ci si accorge che tre dei dieci brani non sono di Coltrane ma di Tucci e Filippini, è troppo tardi. Ormai non si ritrova più il confine tra il vecchio e il nuovo, ma tutto fluttua meravigliosamente verso la nostra capacità percettiva (Lorenzo Tucci, “Tranety”. Albòre/Egea Distribution: www.lorenzotucci.com).

La scelta del nome d’arte è già un indicatore di percorso: Marcondiro riporta subito agli stornelli della nostra infanzia. Ed è infatti con questo spirito che Marcondiro costruisce il suo disco d’esordio, avendo sempre in mente l’idea di gioco, anche quando affronta argomenti molto seri come in Senza Generalizzare, una traccia che si interroga sull’inutilità della guerra. Dolce e tenero il brano Graffiti fotografa una generazione legata ai graffiti metropolitani, incompresa e trascurata. Ironia e sberleffo si alternano commentando il mondo della discografia contemporanea, il rapporto di coppia, la vuota frenesia del genere umano. Un sound pop folk che insegue una batteria rock decisa e lineare. Un mandolino, una tromba, un sax e persino una lira calabrese regalano gustosi assaggi etnici. Curiosità: l’elenco dei brani va a ritroso, dalla tredicesima traccia alla prima. Tanto per prendersi un po’ in giro… (Marcondiro, “Spettattore”. Halidon: www.marcondiro.it).

VISIONI

Cinema e non solo: dal grande al piccolo schermo passando per web, videogiochi, serie tv e festival

Di Paolo De Cinti

Serie TV. “Terra Nova” andrà in onda su Sky (canale Fox) a partire da martedì 4 Ottobre alle 21:00 . Nel cast tanti volti noti del piccolo schermo americano: Jason O’Mara, Allison Miller, Stephen Lang, Shelley Conn e Mido Hamada. Lo stesso Spielberg ha partecipato alla costosissima produzione (10-20 milioni di dollari per il pilot, 4 milioni di dollari per episodio) motivando la sua scelta con argomentazioni filantropiche: vuole lasciare nella memoria della gente qualcosa di grande, qualcosa di travolgente, come se non ci fosse già riuscito con Schindler’s List, E.T. e lo stesso Jurassic Park. E ora Steven ci riprova. E non lo fa solamente per business, sembra intenzionato a creare qualcosa di nuovo, ammesso che “nuovo” sia un aggettivo utilizzabile quando si parla di dinosauri, giungle, fucili automatici e veicoli blindati. Il trailer in italiano è visionabile su http://www.terranovaitalia.it/.

Videogames. Arriva Might & Magic Heroes, il sesto capitolo di una saga che procede il suo percorso nell’industria dei videogiochi da più di 15 anni. Creato da Jon Van Caneghem per NGM nel 1995, il prodotto di testa di questo franchising videoludico è sicuramente il gioco strategico omonimo, caratterizzato da una struttura a turni simultanei, una grafica 3D estremamente dettagliata e piena di colori (a tratti fumettosa) e un sistema di combattimento a turni che si sviluppa su una griglia quadrata che fa pensare a degli scacchi con creature fantastiche (angeli, demoni, draghi e vampiri). Le opinioni tra i fan sono assai divergenti: sia nella community legata alla stessa Ubisoft (http://forums.ubi.com), sia nelle italiane NGI (http://gaming.ngi.it) che su www.gqitalia.it c’è chi attende l’uscita del titolo con fedeltà cieca, quasi affettiva, e chi si scaglia contro un’industria di prodotti sempre meno innovativi e intrappolati nel tentativo di emulare capolavori del passato.

Scade il 31 Ottobre il 7° concorso “ilCORTO.it Festa internazionale di Roma”, istituito dall’associazione culturale “ilCORTO.it”, rivolto ai Registi e Filmaker italiani e stranieri che si confronteranno con cortometraggi della durata massima di 75” sui temi: 1.Libero; 2.Gli Altri; 3.Lavoro Sicuro. Il bando è consultabile online all’indirizzo http://www.ilcorto.eu.

LIVE

Appuntamenti vivi per gente viva

Di Teodora Malaveda

malaveda@bazarweb.info

Udine. L’Associazione culturale Delta Produzioni in collaborazione con TEM (Taukay Edizioni Musicali) presenta la XV edizione di CONTEMPORANEA 2011, kermesse dedicata alle nuove sperimentazioni musicali. La manifestazione prevede un fitto calendario di concerti che si svolgeranno nel capoluogo friulano dal 5 al 27 ottobre. Imperdibile è l’appuntamento del 7 ottobre al Teatro San Giorgio: Bruno Canino (pianoforte) e Luisa Sello (flauto) si esibiranno in “ Schonberg, l’Italia e l’inconsueto”, proponendo un repertorio in bilico tra innovazione e tradizione (www.taukay.it).

Milano. Sanne Putseys, conosciuta come Selah Sue, sbarca in Italia per presentare il suo album d’esordio. Selah Sue (2011), questo il titolo, si presenta come un progetto ambizioso in cui melodie soul-funk, reggae e rock-elettronico sono abilmente shakerate tanto da garantirle il successo. Almeno quello immediato. La giovane artista belga sedurrà il pubblico con una serata esclusiva (solo due date in Italia) che si svolgerà il 22 ottobre nei locali de La Salumeria della Musica. Amanti delle sorprese, fatevi avanti (http://www.lasalumeriadellamusica.com/index.php?Item=calendario).

Napoli. Se vi piace il cantautorato fine che però non rifugge le note aspre del rock, allora vi suggeriamo di non perdere Cesare Basile, che si esibirà il 27 ottobre presso i locali del Doria 83. L’artista catanese prosegue il tour dell’album Sette pietre per tenere il diavolo a bada, un titolo che più si addice ad un romanzo classico, del quale indubbiamente calca stile e ambientazione. Dieci tracce per abbandonarsi ad un percorso magico, quello del mondo popolare, fatto di riti e misteri. Note dalle quali fluttuano visioni raffinate e trascinanti.. made in Sicilia! (http://www.myspace.com/cesarebasile).

Soverato (Cz). Concludiamo gli appuntamenti di ottobre segnalando il concerto di una delle band più energiche della scena indie italiana. Loro sono gli (AllMyFriendzAre)DEAD e si esibiranno la sera del 31 ottobre al Bar Mario, assieme agli Smart Copt. Proporranno i brani tratti da Hellcom, undici tracce cantate in inglese con piacevoli intrusioni di dialetto calabrese. Un progetto sorprendente dai toni sarcastici e dal sapiente mescolamento di generi che spaziano dal garage, al surf, passando per il rock’n’roll e l’horror punk. Animali da palcoscenico per uno spettacolo di non solo musica (www.myspace.com/amfadead).

STILI

La moda del vivere meglio

Di Lorena Spampinato

spampinato@bazarweb.info

Milano. Dall’1 al 7 ottobre la moda critica e indipendente approda alla Veg Hip Week, la rassegna internazionale dedicata alla filosofia  alimentare vegana. Eventi e serate a tema saranno dedicate al concept innovativo Veg Hip Fashion La Moda Cruelty Free, progetto pioneristico a cura team Equology Ethic Competence, che promuove stilisti e artigiani lontani dalle politiche commerciali convenzionali. Stile e innovazione, quindi, ma anche moda etica e green, per un pubblico di consumatori attenti ai temi del wellness lifestyle e del rispetto ambientale (www.veghipfashion.it / www.veghipweek.it).

Cagliari. Al via la seconda edizione di Alig’Art, dal 7 al 15 ottobre presso il Centro culturale il Ghetto, per una settimana di riciclaggio artistico sui temi dell’abitare sostenibile. L’evento a cura di Sustainable Happiness coinvolge artisti, designer, artigiani e altri appassionati del settore, in laboratori e sezioni espositive dedicate alle pratiche del riuso creativo (http://www.sustainablehappiness.it/2011/07/03/aligart-2011-call-for-artistis/).

Riva del Garda. Sabato 8 e domenica 9 ottobre a Largo Marconi, il Comitato Manifestazioni Rivane in collaborazione con il Comprensorio Alto Garda rilancia l’appuntamento con la Festa del ri-uso, realtà ormai consolidata della provincia trentina. Un weekend ricreativo all’insegna del baratto e del consumo alternativo, per rinnovare il guardaroba in modo originale e restituire nuova vita ad abiti e oggetti (http://www.e-20.com).

Trento. Dal 28 al 30 ottobre torna “Fa’ la Cosa Giusta! – Trento”, la mostra mercato eco-vision dello stile di vita sostenibile, alla sua settima edizione. Organizzata da Trentino Arcobaleno e Confesercenti del Trentino, la rassegna dedicata al consumo critico riempirà i locali di Trento Fiere con oltre 160 espositori dal mondo del commercio equo (http://www.trentinoarcobaleno.it/Progetti/Fiera-Fa-la-cosa-giusta!-TN).

PICCOLI

Dove andare e cosa fare per e con i più piccini

Di Riccarda Patelli Linari

patellilinari@bazarweb.info

Padova. 30° compleanno del Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi che al Piccolo Teatro Don Bosco propone per tutto ottobre e novembre un calendario con le migliori produzioni italiane dell’ultimo anno selezionate sotto la direzione artistica di Paolo Poli. 3 repliche per ogni appuntamento, il sabato pomeriggio, la domenica mattina e pomeriggio, e dopo lo spettacolo dialogo fra giovani spettatori e attori sui temi rappresentati e premiazione di disegni e poesie dei ragazzi (http://www.teatroragazzi.com/Programma%2011.pdf).

Roma. Inizia Yoga-Gioco, laboratorio per bambini da 5 a 10 anni che si incentra su giochi d’equilibrio, ritmo e immaginazione, posizioni yoga ispirate agli animali e arricchite da massaggi, storie, danze, rilassamento. Prova gratuita il 5 ottobre e incontri ogni mercoledì h. 17-18 presso il centro yoga AMRITA (http://www.amritayoga.it/html/contatti/homecontatti.html). Sempre nella capitale, dal 18 ottobre fino a giugno 2012, l’Accademia del Comico di Roma con “Comic Junior – Teatro Comico & Cabaret per Bambini e Ragazzi” accompagna i piccoli partecipanti, anche senza esperienza teatrale, in un percorso di maturazione e crescita della personalità e delle capacità espressive attraverso comicità, umorismo e capacità di mettersi in gioco. Due sezioni: bimbi 6-10 anni e ragazzi 11-15 anni (http://www.morinibros.it/articoli/corsiestagecomicjunior.htm). Ancora a Roma, Explora, il Museo dei Bambini di Roma, propone per tutto l’annoMatematica senza Numeri!”, percorso espositivo e interattivo per far avvicinare alla matematica i bimbi da 3 a 12 anni e scoprire che più di formule e regole da memorizzare, servono pensieri e intuizioni da concretizzare attraverso esperimenti e giochi (http://www.mdbr.it/it/component/k2/item/125-matematica-senza-numeri.html). Attenzione: nei fine settimana da ottobre a dicembre si può abbinare al percorso anche il laboratorio di educazione alimentare “Officina in cucina”, attività di 50 minuti per bimbi di 5-12 anni che vogliono imparare a impastare, stendere e infornare biscotti (http://www.mdbr.it/it/attivita/calendario/categoryevents/3.html?start=105).

L’Aquila. Danza bambini e danza ragazzi con Diversamentedanza. Per i bimbi ecco un corso propedeutico per stimolare abilità artistiche, motorie e creative, per acquisire senso del ritmo e del movimento e una corretta postura e coordinazione; inoltre laboratori di mimo, travestimento, psicomotricità, danza di carattere. Per i ragazzi invece partendo dalla danza accademica si spazierà in esperienze di modern dance: tribal jazz, lyrical jazz, hip hop e contemporaneo (http://www.diversamentedanza.com/).

PARTECIPARE

Eventi, appuntamenti, iniziative dal basso

Di Marco Piccolo

piccolo@bazarweb.info

Villagrande Strisaili (Ogliastra). La Fiera della produttività sostenibile è un evento sul progettare e costruire all’insegna dello sviluppo sostenibile e dell’efficienza energetica. Una Fiera di tre giorni, aperta a tutti, con esposizioni, seminari, laboratori e dibattiti. Edilizia sostenibile, green economy, agroalimentare di qualità e tanto altro. Da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre: www.comune.villagrandestrisaili.og.it.

Bologna. La Giornata contro lo spreco è la tappa italiana delle Giornate Europee contro lo Spreco (quest’anno dedicate all’acqua) e inizierà con la presentazione del Libro Blu dello spreco dell’acqua in Italia lungo la catena agro-alimentare. Seguirà il Pranzo contro lo spreco, un grande evento di piazza per sensibilizzare e offrire un’occasione di convivialità con cibo buono, salutare e… donato. Per dimostrare che i beni attualmente sprecati possono diventare una risorsa, come insegna il Last Minute Market. Prevista la proiezione del film “Taste the Waste” e l’aperitivo del Mercato della Terra di Slow Food. Sabato 15 ottobre: www.unannocontrolospreco.org.

Cagliari. Alig’Art, il festival di arte, riciclo e felicità, è alla sua seconda edizione e avrà come tema principale l’Abitare Sostenibile. Expo, laboratori per adulti e bambini, incontri, dibattiti, presentazione di libri e tanta musica. Nel quartiere di Castello, da venerdì 7 a sabato 15 ottobre: www.sustainablehappiness.it.

TACCHI A SPILLO

Dalle donne, delle donne, per le donne

Di Cristiana Scoppa

scoppa@bazarweb.info

Milano. “Eva dove vai?”: è questo il titolo scelto per la manifestazione che prende le mosse il 6 ottobre con l’inaugurazione della mostra fotografica di Hannes Schick, fotografo che attraverso le sue immagini si è chiesto quale fosse la strada intrapresa dalla Eva moderna, avendola ritratta in diversi paesi e circostanze come una donna oppressa, ma anche come protagonista del proprio destino, presso la galleria Spazioriginale (via Savona 55/a), fino al 13 ottobre. “Eva dove vai?”, manifestazione ideata da Isabella Adovini, Priscilla Buticchi, Annabella Pascale, Morena Rossi, Maria Vicchio, continuerà il suo cammino a dicembre, con lo spettacolo teatrale dallo stesso titolo, e a gennaio 2012 con una di presentazioni di libri dal titolo “Protagonista la Parola. Attraverso la lettura si raccontano le donne” (www.evadovevai.com. Orari mostra: tutti i giorni dalle 16.30 alle 20.30).

DEGUSTARE

God save the wine

Di Sergio Caucino

caucino@bazarweb.info

L’idea di qualche ristorante britannico di una carta dei vini basata esclusivamente su prodotti vinicoli inglesi fa ancora sorridere i continentali. Eppure, come avrebbe detto un menestrello anglofono, times they’re changing.  Tomo tomo,  il vino inglese sta crescendo rapidamente, tanto che The Economist se ne è occupato, visto che i numero parlano di una produzione pari a 4 milioni di bottiglie nel 2010,  quasi tutti di bianco e in buona parte frizzante. Il mercato è locale ma Il vino è di discreta qualità, grazie al terreno calcareo del Sud-Est, che si estende nei territori del  Kent, del  Surrey ,  fino alla Cornovaglia è geologicamente affine a quello della Marna e della Champagne.

Quello che mancava finora era il clima. Ma di questi tempi, anche il riscaldamento globale può cambiare equilibri secolari. Così può accadere che un vino prodotto nei vigneti del Sussex sia giudicato di qualità tale da essere servito niente di meno che al party nuziale dei Duchi di Cambridge, William e Kate. Un biglietto da visita regale, visto il parterre degli invitati provenienti da tutto il mondo.  Infatti il tradizionale Champagne è stato soppiantato da un interessante Blanc de Blanc, sauvignon in purezza, prodotto da una cantina, Ridgeview, dell’entroterra della costa sud dell’Inghilterra a pochi chilometri da Bath e da Eastbourne. Color oro pallido, presenta un perlage fine ma irregolare, al naso entra con un bouquet profondo di crosta di pane e pasticceria da forno.

All’assaggio è fresco con una acidità davvero inattesa che si sprigiona in sentori di limone. La freschezza e l’acidità assicurano una ottima godibilità con antipasti caldi a base di frittura, come pesciolini o un delicato tempura.  Se disponete di grandi foglie di salvia, intingetele in una pastella di farina, albume e birra e passatele qualche istante in olio bollente. Si accorderanno perfettamente con il gusto citrino dell’inconsueto brut inglese (RIDGEVIEW – Grosvenor Brut Blanc de Blanc 2010 – Hassocks West Sussex (GB): www.ridgeview.co.uk).

SERENDIPITY

Un inverno difficile. Anzi splendido: i nostri locali dove (s)ballare un po’
Di Lorenzo Tiezzi

tiezzi@bazarweb.info
Ogni tanto chi lavora di notte nei locali si convince che la crisi di questo periodo si anche musicale o sociale e non solo economica. Invece non è mica vero niente. I locali basati sui tavoli e sui tavolari sono in crisi nera perché chi ha mille euro da spendere in una sera oggi preferisce non farlo, mentre i locali più elettronici spingono di meno sull’acceleratore del ritmo perché probabilmente molti giovani stanno capendo che impasticcarsi non è mica tanto intelligente… tutto ciò senz’altro, nell’immediato, non fa bene all’economia dei locali. Ma senz’altro nel lungo periodo tutto ciò alla notte serve. Perché la distanza tra concerti e dj set, tra live e dj, si sta sempre più accorciando. E non è affatto una brutta cosa. E ora, ecco che si balla ad ottobre.
Torino. Al Flora, il 20 ottobre c’è Leo Mas. Per chi non lo sapesse, è stato uno dei più importanti dj house negli anni ’80 e ’90 e ascoltarlo in un locale easy, nel centro di una bella città in fermento senza tirar fuori un euro, dà una certa emozione (www.floratorino.it). E infatti è qui che si concentra il meglio del clubbing elettronico del mese (e pure di novembre, visto tra poco prende vita Club to Club): il 31 ottobre per Movement suonano gli eterni Underworld: fa piacere che dopo un periodo in cui sono stati fuori dal giro siano tornati ad essere importanti anche per i 18/25enni (www.movement.it).

Brescia. E’ appena ripartita la stagione del Circus, da anni il club più affermato della città. Al microfono c’è una coppia di professionisti davvero ben assortita: Brio, giovane e scatenato, Jacopo, esperto ed altrettanto scatenato. Al mixer invece Space, mentre tra i dj guest arriva spesso la house elettronica e melodica di Stefano Pain (www.circusbeatclub.com).

Milano. All’Hangar Bicocca, ad Halloween, va invece in scena uno dei party più riusciti degli ultimi anni. Al mixer c’è Luciano, sul cubo e in giro per il club i performer d’una festa, Vagabundos, che ha fatto epoca per la musica e per l’atmosfera scatenata (www.cadenzarecords.com).

GRAPHIC NOVEL

I nostri fumetti mai visti: l’impegno (civile) è a strisce!

Di Teodora Malaveda

malaveda@bazarweb.info

Alain e i rom è uno straordinario reportage sul popolo rom caratterizzato da una descrizione narrativa serrata in cui lo stile giornalistico ben si coniuga con quello grafico. Autori del volume il fumettista Emmanuel Guibert e il fotografo Alain Keler. Quest’ultimo ha dedicato dieci anni della sua attività alla raccolta di testimonianze del popolo nomade. Ha visitato i campi di mezza Europa raccogliendo una mole consistente tra fotografie e racconti. Il materiale, revisionato e arricchito da sequenze disegnate, è un progetto editoriale pubblicato da Coconino Press. Quando dalla mescolanza di linguaggi nasce un racconto universale (http://www.coconinopress.it/).

Parigi, ti amo/Parigi, ti odio invece (Comma22 editore: http://www.comma22.com/) è un duplice pamphlet in forma di fumetto: due racconti apparentemente distinti che forniscono una duplice lettura della stessa storia. Sullo sfondo troviamo Parigi, la capitale del lusso. Una città bellissima ma perversa, ricca ma insidiosa. Protagoniste tre giovani donne Hope, Chastity e Faith, che pur di raggiungere la fama sono disposte a tutto. Finiranno per rimanere intrappolate in un gioco che si rivelerà crudele. Un fumetto che parla di moda per raccontare i retroscena di una mondo cinico e spietato. Da leggere con disillusione!

Un semino come me infine (Becco Giallo: http://main.beccogiallo.net/) è un racconto delicato, una storia da raccontare ai più piccoli ma anche da raccontare a se stessi. Le autrici sono Anna Matarese e Claudia Polizzi: la prima si occupa di teatro-scuola, la seconda è un’illustratrice e entrambe amano la natura e sono sensibili alle tematiche ambientali. Protagonista della narrazione è un semino di pomodoro che al risveglio (è primavera) si trova a dover affrontare un’esperienza unica. Quella della crescita. Un viaggio che si rivelerà una continua trasformazione durante la quale il germoglio diventerà una pianta ricca di altri semi. In questo percorso non sarà solo: l’acqua e il sole stimoleranno la sua crescita e la terra gli fornirà il nutrimento di cui necessita per crescere forte e sano.

SCENE

Avanguardie sceniche e divertissement d’artista: i nuovi volti dell’autunno teatrale

Di Lorena Spampinato

spampinato@bazarweb.info

Milano. Si parte il 5 ottobre con la rassegna teatrale Vogliamo Vivere! Punto di Fusione, ospitata da AreaPergolesi/Maison Fou fino a giugno 2012. Promosso dall’associazione PianoinBilico come luogo di teatro innovativo, il progetto esplora le possibilità combinatorie dell’arte, in un festival di 14 spettacoli dal vivo posti in fusione reciproca con altrettante opere d’arte dal mondo del non conventional. Per la serata inaugurale del 5, momenti culinari e di svago, tra  discipline tradizionali e sperimentazioni d’arte interattiva e digitale (www.vogliamovivere.org).

Orvieto. In scena dal 17 settembre e fino a gennaio 2012, nei locali di Palazzo Caravajal-Simoncelli, lo spettacolo-laboratorio indipendente Singolari!, alla sua prima edizione. Compagnia ALEF e Caravajal15 residenza dinamica, sono insieme con un project concept innovativo dal nome “Partecipazione è creazione” per indagare le nuove dinamiche del fare teatro. In agenda: spettacoli di danza contemporanea, videoarte, nuovi linguaggi performativi, progetti per il sociale e workshop intensivi (www.residenzadinamica.it).

Milano. Lunedì 10 e martedì 11 ottobre il teatro russo d’avanguardia calcherà le quinte del Teatro Studio Expo con Pro Turandot, rilettura originale della celebre fiaba di Carlo Gozzi, a opera di Andrej Mogucij, enfant prodige del teatro di ricerca contemporaneo. Non perdetevelo: http://www.piccoloteatro.org/i/it/spettacoli/2011-2012/pro-turandot/pro-turandot.html.

Torino. Mercoledì 12 ottobre, al Cavallerizza Reale- Manica Corta, Pathosformel e Port-Royal presentano Alcune Primavere cadono d’inverno, spettacolo multidisciplinare a opera di due delle più innovative realtà indipendenti italiane. Un contenitore di performance creative tra contaminazione di generi e codici espressivi, dove l’apparente staticità dei corpi incontra il dinamismo di un coro di ventilatori, per un nuovo approccio scenico al teatro sperimentale di qualità (www.pathosformel.org e www.port-royal.it).

AMBIENTI

Appuntamenti verdi, eco, bio. Per vivere meglio

Di Andrea Bertaglio

bertaglio@bazarweb.info

Dobbiaco (Bz). Parte la 22ma edizione dei prestigiosi “Colloqui di Dobbiaco”, Colloqui dedicati quest’anno al “Benessere senza crescita”. L’1 e 2 ottobre si affronteranno presso la località altoatesina le tematiche ambientali di maggior rilievo, con i partecipanti che discuteranno dei problemi dei nostri tempi e delle loro possibili soluzioni offerte da fenomeni quali le Transition Towns o da quanto scritto negli scorsi decenni da menti come Ivan Illich o E.F. Schumacher. “Curatore” dei Colloqui sarà anche quest’anno il sociologo e ambientalista tedesco Wolfgang Sachs (http://www.toblacher-gespraeche.it/it/colloqui-di-dobbiaco.html).

Bellinzago (No). Con BioNovara in festa 2011 torna l’appuntamento con gli agricoltori biologici e gli operatori dell’economia solidale del novarese. Che, quest’anno (3 ottobre), sarà dedicato a “Pane ed acqua”, simboli dell’essenzialità della vita. Dalle 10.00 al tramonto si potrà visitare la mostra-mercato, o assistere ad incontri dedicati ai Gruppi di acquisto solidale, alle aziende o ai “consumatori”. Soprattutto più piccoli, ai quali si cercherà di insegnare come “Tutelare l’acqua: un bene comune”. Previsti anche giochi, esposizioni di attrezzature utilizzate nel passato e tanta buona musica tradizionale (http://www.bionovara.org/).

Cremona. Può la Green Economy fornire una via d’uscita all’attuale crisi economica? Per gli organizzatori di CompraVerde-BuyGreen assolutamente sì. Dal 6 al 7 ottobre, presso la Fiera di Cremona, un articolato programma di convegni, seminari e laboratori si abbinerà ad un’area espositiva in grado di riunire le esperienze più innovative. Numerose le iniziative speciali, come “Green Contact”, la borsa degli acquisti verdi; o gli incontri one to one tra enti pubblici, imprese ed organizzazioni non profit. CompraVerde-BuyGreen ha ottenuto la certificazione di primo Forum italiano sostenibile (http://www.forumcompraverde.it/).

Genova. Dopo il successo delle precedenti edizioni, dal 14 al 16 ottobre sbarca nell’Area Porto Antico di Genova “Fa’ la cosa giusta”, dove economia solidale e consumo critico vogliono sperimentare nuove forme di economia e di partecipazione dei cittadini, ponendo le basi di uno sviluppo realmente sostenibile. Non solo prezzi equi, agricoltura biologica o energie rinnovabili, dunque, ma una nuova forma di socialità che riparta dalle relazioni umane, per ricostruire un sistema economico trasparente, sostenibile e partecipativo. Facendo convivere tradizione ed innovazione (http://falacosagiusta.org/liguria/).

PARTECIPARE

Arte, musica e cultura nei centri sociali

Di Valentina Ascione

ascione@bazarweb.info

Roma. Al csoa ex-Snia di Roma (Via Prenestina 173) continua fino al 2 ottobre la Logos Fest: una festa della parola come momento di incontro tra persone, oggetti e luoghi diversi. Case editrici, autori, ricercatori, teatranti, cineasti, musicisti, mediattivisti porteranno la proprie modalità di espressione per tessere insieme linguaggi, visioni e prospettive in qualcosa di nuovo ma al tempo stesso comune. Programma completo e contatti su www.logosfest.org/.

Pisa. L’1, 2 e 9 ottobre, ospitato dagli spazi di una chiesa sconsacrata autogestiti dal Cantiere Sanbernardo (via Pietro Gori), torna il workshop promosso da Terraproject: collettivo italiano di fotografia documentaria nato a Firenze nel 2006, autore di reportage pubblicati dalle più importanti riviste italiane e straniere e vincitore di prestigiosi premi internazionali. Durante il workshop saranno illustrate tutte le fasi di realizzazione di un progetto fotografico collettivo: dall’individuazione dell’idea, all’editing finale per un’esposizione. Il workshop è rivolto agli appassionati di fotografia documentaria ed è aperto anche ad altri media, sia video che audio. Per partecipare è necessario munirsi di macchina fotografica digitale e di un computer portatile con programma di elaborazione immagini. Per info e iscrizioni anna@terraproject.net, www.cantieresanbernardo.it, www.terraproject.net.

Rimini. Sabato 8 ottobre il centro sociale autogestito GrottaRossa aprirà i propri locali alla D.I.Y. Fest: ricca kermesse do it yourself dell’autoproduzione e della condivisione dei saperi, con corsi e laboratori aperti, dalla mattina alla sera, di hatha yoga, autocostruzioni, pasticceria vegan, cosmesi naturale, camera oscura, stampa da stencil su tessuto, linux e open source. Durante la giornata chiunque potrà scambiare ciò che non usa al mercatino del baratto e gustare piatti vegan a prezzi popolari. Dalle 21.30 musica di autofinanziamento per campagne antispeciste in Romagna. Per info e programma: teazer@libero.it, www.grottarossa-rimini.it.

PRATICHE BESTIALI

Ottobre insieme ai propri animali :)

Di Federica Pirrone

pirrone@bazarweb.info

Monza. Saper scrivere di cani: è il primo Corso di Giornalismo Cinofilo, organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale “Festa del Cane Meticcio” di Seveso. Si comincia l’1-2 e 15-16 ottobre con un modulo base, per proseguire nel 2012 con un modulo avanzato, che prevederà esercizi pratici, come simulazioni di conferenza stampa e interviste. Il corso non dà diritto all’iscrizione automatica all’Ordine dei Giornalisti, ma rappresenta uno strumento importante per imparare a scrivere in maniera professionale ed efficace di “cose di cani” (info@festadelmeticcio.com; www.festadelmeticcio.com).

Milano. 11 ottobre ore 21:00: Nicola Piovani in quintetto, concerto organizzato dalla onlus italiana Save the Dogs and Other Animals, guidata da Sara Turetta, in collaborazione con Fondazione Paideia e con il contributo di Fondazione Cariplo a favore di It’s Donkey Time!, il primo programma di onoterapia (pet-therapy con gli asini) rivolto ai bambini orfani e disabili della Romania. Sul palco della prestigiosa Sala Verdi del Conservatorio, Piovani proporrà il repertorio che viene dal cinema dei Taviani, di Moretti, di Benigni, di Fellini, rivisitato in versione da piccolo gruppo di solisti. Tutti i proventi verranno destinati al progetto It’s Donkey Time! (www.concertoperbucarest.it).

Genova. Il 15 ottobre presso il Gran Hotel Savoia Majestic verrà assegnato il premio San Francesco 2011, riservato a personaggi o istituzioni che si sono distinti per l’impegno a favore degli animali. Verrà decretato anche il vincitore del concorso “Elvio e Paola coraggio per amore”, dedicato alle guardie zoofile Elvio Fichera e Paola Quartini, assassinate il 12 maggio 2010 dal proprietario di un canile abusivo a Sussisa che i due volontari stavano legittimamente sequestrando. L’iniziativa è organizzata dalla Lega Nazionale per la difesa del Cane sez. Genova, dal Centro di Medicina comportamentale Martin Buber, dall’Esercito italiano e dall’Ada (Associazione difesa animali): www.legadelcanege.com.

POSSIBILITA’

Corsi, concorsi, premi, lavoro e formazione: fatevi sotto!

Di Riccarda Patelli Linari

patellilinari@bazarweb.info

Carpi (MO). Ridendo e scherzando si coglie l’attimo partecipando al 4°Concorso per Comici Carpe Ridens. 6 serate di selezione da ottobre ad aprile in cui verranno scelti i partecipanti alla finale della primavera 2012. Cabarettisti, comici, imitatori, gruppi teatrali ecc. possono iscriversi entro il 22 ottobre per sostenere un provino con un proprio pezzo comico originale di max 8 minuti. I finalisti gareggeranno a suon di risate con due pezzi originali di max 5 minuti. Inviare CV, foto e link web con un proprio video a promozione@migliocomico.it. Bando su http://migliocomico.wordpress.com/.

Catania. La Fondazione internazionale Fiumara d’Arte (http://it-it.facebook.com/fondazionefiumaradarte) seleziona diplomati/laureati di 28-35 anni da inserire in progetti didattici, socio-culturali e artistici per il quartiere catanese di Librino. Fiumara d’Arte, presieduta da Antonio Presti, “vuole rendere omaggio a quella Sicilia contemporanea che scegliendo la via della bellezza decide di rappresentare l’impegno civile ed estetico dell’uomo con un proprio presidio”. Servono ottime competenze organizzative, relazionali e manageriali, sensibilità artistico-culturale, conoscenza del territorio e delle problematiche locali. Info e invio CV: info@fondazionefiumaradarte.org).

Roma. Ottobre per test d’ingresso e colloquio motivazionale, e novembre per iniziare l’Executive Master in Giornalismo e Giornalismo Radiotelevisivo di Eidos Communication per formare professionisti di carta stampata, radio, tv e internet. E’ articolato in 10 weekend didattici in aula, uno stage di 3 mesi presso vere redazioni giornalistiche, un laboratorio operativo di cronaca giornalista e un modulo di approfondimento delle tecniche di cronaca. Previste borse di studio e agevolazioni (http://www.eidos.co.it/).

Udine e Pordenone. Iniziano in ottobre e novembre i corsi brevi di IALweb “Progetta in 3D” per imparare ad utilizzare al meglio le potenzialità dei software di progettazione. Temi: costruire edifici e personalizzare oggetti con Revit, il disegno tecnico e costruire modelli con Autocad, progettazione meccanica e design industriale con Solidworks. Start nel 2012 invece per modellazione e rendering animati e architettura animata con 3D Studio Max Design (http://www.ialweb.it/Progettain3D/).

DUE PUNTO ZERO

Habemus iPhone 5, e di altre importanti amenità (liquide)

Di Giulia Taglienti

taglienti@bazarweb.info

E per il mese di Ottobre potremmo anche accontentarci così perchè è il mese in cui si vivifica l’evento più atteso dell’anno. Infatti, secondo fonti non ancora ufficiali, già dalla prima metà del mese il mela-fonino più desiderato (iPhone 5) sarà bello e pronto e vendibile sul mercato. La presentazione, secondo voci indiscrete, avverrà il 4 Ottobre e sarà il nuovo CEO dell’azienda, Tim Cook, ad ufficializzare il prodotto (http://www.youtube.com/watch?v=lzsBwnv_dAg).

Anche per il più classico dei social network sono previste alcune rivoluzionari cambiamenti. Avrete notato tutti infatti già alcune differenze riguardo le funzioni Facebook, soprattutto nella gestione della privacy: ebbene presto potremmo essere sorpresi da nuovi pulsanti e, accanto al “mi piace”, potremmo trovare “letto”, “visto”, “ascoltato”. Altre innovazioni riguardano la sfera musicale: una tab per la musica che permetterà di far sapere in tempo reale, agli amici, che brano stiamo ascoltando (si è diffusa infatti la voce che sono in cantiere partnership con alcune web radio). Tutto questo verrà approvato durante la conferenza F8: http://www.facebook.com/f8.

Per quanto riguarda invece Google +, ultimo tra i debutti importanti di Internet? La domanda ora sorge spontanea: chi tra i due colossi Google + e Facebook la spunterà? Dal canto suo Google+ ha provveduto all’applicazione per Android, con cui si può condividere e vedere aggiornamenti, usare la chat con nove amici, caricare video e foto in un album privato e condividerli subito dopo (https://market.android.com/details?id=com.google.android.apps.plus).

Buone novità arrivano anche da WathsApp, il programma di messaggistica istantaneo già utilizzato da Blackberry, Android e Symbian: pare sia pronta una nuova versione per WindowsPhone, quindi siete avvertiti: tenetevi pronti! (http://www.microsoft.com/windowsphone/it-it/default.aspx).

Infine vogliamo ancora una volta spezzare una lancia a favore dell’Android segnalandovi il nuovo Android MegaPad da 23 pollici! Una dimostrazione su http://www.youtube.com/watch?v=O8lHdgHQmvc&feature=player_embedded#!

DIGITAL BOOKS

Leggere in digitale, leggere ascoltando: i nostri libri liquidi

Di Fabio Bezzi

bezzi@bazarweb.info

“Symphonia Romantica & Disillusa”, prodotto da Ars Gratia Artis è l’opera più recente della poetessa romana Loretta Sebastianelli. Descrive un amore che raramente concede gioia e serenità, ma dispensa dolore e sofferenza. La lettura dell’opera è affidata all’attrice Beatrice Margiotti, con la partecipazione di Norman Mozzato nella presentazione e con gli stacchi musicali di Maurizio Moricci: meraviglioso (www.ilnarratore.com). Ma il Narratore Audiolibri propone anche il capolavoro di Cesare Pavese: “La casa in collina”. Romanzo, introspettivo e doloroso che racconta l’orrore della guerra e della morte. Letto dall’attore Massimo Malucelli, narra la storia di Corrado che rifugiatosi in collina per sfuggire alla guerra ne scoprirà l’orrore all’indomani dell’armistizio: “Forse lo sanno unicamente i morti, e soltanto per loro la guerra è finita davvero”.
I lettori contemporanei potranno anche cimentarsi con l’Audiocorso di aromaterapia naturopatica, di edizioni Enea: è una guida ad un utilizzo efficace e sicuro delle molteplici tecniche dell’aromaterapia. Gli olii essenziali agiscono sulla totalità dell’individuo grazie all’olfatto che mette in contatto diretto con le sedi cerebrali dell’istinto, delle emozioni e della memoria. L’audiocorso è curato e letto dal naturopata Luca Fortuna (http://www.enea.it/it/produzione-scientifica/edizioni-enea).
Altra chicca? Area51 publishing ha pubblicato il canto di Natale di Lapo Elkann di Simone Bedetti in ebook: il giorno della vigilia di Natale il candido Lapo Elkann viene visitato dal fantasma del nonno Gianni Agnelli, che per farlo espiare delle colpe della famiglia lo incarica di scambiare per un giorno, grazie a una magia la sua vita con quella di un operaio, vivendo così l’avventura più estrema della sua vita. Fantastiko! (www.area51publishing.com).
EdgarAllanPoe.it e LaTelaNera.com hanno organizzato invece “Una penna per Poe”, un concorso letterario per racconti a tema. Dovevano essere presenti espliciti richiami alle opere di Poe: poteva essere un sequel (oprequel) a un’opera di Poe o un racconto che avesse tra i suoi protagonisti un suo personaggio o anche Poe stesso. Ora questo ebook raccoglie le opere migliori che hanno partecipato al concorso: www.latelanera.com, www.edgarallanpoe.it.
MONDI
Cosa c’è da fare (di importante) fuori dallo stivale
Di Alessandra Caiulo
caiulo@bazarweb.info

Bordeaux. Seconda edizione, dal 6 al 16 ottobre,  di Evento 2011, Biennale di Arte Urbana di Bordeaux, quest’anno diretta da Michelangelo Pistoletto con  Cittadellarte. Un clendario intenso che vede in prima in linea una delle realtà più interessanti del territorio italiano in generale e pugliese in particolare, il Programma di residenza internazionale Sound Res (Italia) che,  per l’occasione,  proporrà una riunione di generi musicali, dalla processione dei “ghetto blasters” (apparecchi stereo portatili) alla musica spirituale, al minimalismo americano,  così come una nuova maniera di condividere e comporre musica. Concerti partecipativi, parate e performances musicali daranno ritmo ai dieci giorni di Evento con il contributo degli allievi del Conservatorio di Bordeaux Jacques Thibaud e di musicisti di fama internazionale come i newyorkesi Bang on a Can, la violinista e cantante ceca Iva Bittova,  il sound designer David Sheppard, il compositore e cantante sufico Mandan Gopal Singh e lo specialista di canto armonico David Hykes (http://www.cittadellarte.it/eventi.php?even=25).

New York, Los Angeles e Miami. Subsonica, Caparezza, Nicola Conte, Casino Royale, Après La Classe ed Erica Mou gli artisti italiani confermati per la terza edizione di Hit Week, il più grande festival di musica italiana in America, che si svolgerà dal 9 al 16 ottobre tra New York, Los Angeles e, per la prima volta, Miami. Dopo il successo dello scorso anno, inoltre, si ripete l’iniziativa del Ministro della Gioventù che porterà, attraverso un contest, due band e/o artisti esordienti ad esibirsi negli States nell’ambito del medesimo del Festival (http://www.hitweek.it/).

Berlino. La settima edizione del Festival of Lights (Festival delle Illuminazioni) avrà luogo dal 12 al 23 ottobre. In programma per l’inaugurazione una cerimonia spettacolare e scintillante: la città si presenterà in veste lucente addobbando scenograficamente oltre 50 musei e attrazioni tra i quali la porta di Brandenburgo, la Cattedrale e la torre della TV con illuminazioni, proiezioni, giochi di luce e fuochi d’artificio. In programma saranno anche eventi culturali incentrati sul tema e il soggetto “luce” (http://www.berlin.de/kultur-und-tickets/events/festival_of_lights_berlin/index.en.php).

ETNO

In cerca delle iniziative altrui

Di Fabio Piccolino

piccolino@bazarweb.info

Cagliari. Conoscere un popolo può significare molte cose. In una società sempre più multiculturale, diventa necessario ripensare il senso e il sapere psicologico e psicoterapeutico. Proprio da qui parte a Cagliari il primo corso “Percorsi di cura nella multiculturalità”(http://www.aidos.it/) organizzato da A.Ps.I.A., Associazione Psicoterapia Infanzia Adolescenza, in collaborazione con Etna, Progetto di Etnopsicologia Analitica, con il patrocinio di AIDOS. Le giornate di formazione saranno 6 in tutto  (1-2 e 22-23 ottobre, 26-27 novembre), e daranno modo ai partecipanti di avere gli strumenti necessari per l’elaborazione critica della materia etnopsichiatrica e di imparare ad interagire costruttivamente con sistemi culturali “altri”. Perchè è vero che salute, malattia e cura sono concetti e pratiche che si declinano in modo molto diverso, a seconda del contesto socio culturale in cui si vive: quando ci sposta, migrando, tutto cambia, non solo il funzionamento del sistema sanitario, ma anche il modo di intendere la malattia e soprattutto di comprendere e praticare la cura. E spesso sorgono disagi psichici, legati proprio al processo migratorio, di cui ancora troppo poco i servizi sanitari in Italia tengono conto (info: tel. 070 4521186, e-mail: ass.apsia@gmail.com).

Parma, Milano e Roma. Conoscere gli altri significa però anche provare ad immergersi negli usi e nella cultura dei popoli, e la cucina è uno degli aspetti da non sottovalutare. In occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, dal 10 al 16 ottobre a Parma, e dal 14 al 16 ottobre a Milano, si terrà “Kuminda” (http://www.kuminda.org/): tre giorni di iniziative dedicate al cibo di tutto il mondo in tutte le sue sfaccettature. Degustazioni di pietanze glocali, ma anche l’occasione per incontrare esperti e produttori, per  giocare, imparare, guardare e cucinare. Un fitto calendario di eventi per raccontare il cibo attraverso il teatro, la musica e l’arte. Inoltre non mancheranno incontri, aperitivi, presentazioni di libri, letture e performance. Il 17 e 18 ottobre poi,  Kuminda si sposterà all’Anteo spazio Cinema, con una selezione di corto e lungometraggi dal Festival delle Terre (VIII Festival Internazionale Audiovisivo della Biodiversità).

Bologna. Restando in tema cinematografico, non passi inosservata la quinta edizione del “Terra di Tutti Film Festival” (http://www.terradituttifilmfestival.org/), dal 6 al 9 ottobre al cinema Lumière: 245 video dai 5 continenti tra documentari e cinema sociale, in un’edizione arricchita da contest di fotografia, ospiti internazionali e gemellaggi con i festival nel Sud del mondo.

FLASH MOB

Appuntamenti lampo solo per gente (impegnata) a portata di click

Di Martina Rosella

rosella@bazarweb.info

Milano. Il primo di ottobre, presso il centro commerciale Oriocenter, in via Portico 71, si terrà il primo flash mob danzante del mese. Chiunque vorrà partecipare potrà presentarsi alle ore 14 per ballare tutti insieme tre coreografie diverse (già sul web) sorprendendo la folla durante lo shopping (http://www.milanotoday.it/eventi/oriocenter-flash-mob-flash-dance.html). Sempre a Milano, per il 2 ottobre, in occasione della “Giornata internazionale della Nonviolenza”, l’associazione “Mondo senza guerre e senza violenza” organizza un flashmob alle ore 18, in via Mercanti (lato di Piazza Duomo). “L’onda della nonviolenza” inizia il suo percorso dal web con le coreografie già sul sito e con chi sarà pronto a partecipare (http://www.mondosenzaguerre.org/).

Genova. Sulla scia del flashmob impegnato, sempre il 2 ottobre, dalle 16 alle 16.30 in piazza De Ferraris, ci sarà il “flashmob senza atomica” (http://www.senzatomica.it/component/rsevents/event/163-genova-flash-mob-senzatomica): Senzatomica è una campagna buddista della Soka Gakkai Internazionale (http://www.sgi-italia.org/press/Notizie.php?id=424) per generare consapevolezza sulla minaccia delle armi nucleari e lo scopo è la creazione di un movimento di opinione per l’elaborazione e l’adozione di una Convenzione Internazionale sulle Armi Nucleari (http://www.senzatomica.it).

Catania, Pescara, Isernia, Genova, Campobasso, Torino, Siracusa, Bari e Rieti. Spopola il flashmob a carattere religioso: alle ore 19.30 del primo di ottobre si potranno riunire tutti i giovani credenti (i luoghi precisi saranno presto comunicati) per rendere testimonianza della propria fede (http://www.orgogliosiciliano.it/FlashMobCristiano/tabid/151/Default.aspx).

Infine, dalla parte degli studenti: nelle piazze d’Italia, precisamente il 7 ottobre, i ragazzi e la scuola saranno sul campo di battaglia per un’istruzione e un Paese migliori. Hanno preannunciato un autunno caldo, gli studenti: http://www.agi.it/cronaca/notizie/201109121331-ipp-rt10085-scuola_studenti_sara_autunno_caldo_in_piazza_il_7_ottobre.

HEALING

Benessere, salute, ed altri buoni propositi per corpo, mente, anima (non solo tradizionali)

Di Stefania Secondini

secondini@bazarweb.info

Bracciano, Borgo Paola. L’8 e 9 ottobre scegliete la natura come culla per compiere un percorso dentro di voi. L’obiettivo è di trovare o ritrovare il benessere e la consapevolezza di sé al di fuori del tempo. E’ quanto ci si ripromette di fare Giusj Moro nel suo nutrito programma multidisciplinare dove danze sciamaniche, cerchi di kinesiologia, EFT (Emotional Freedom Technique) si miscelano a svariate altre tecniche come quella di Cook, i Cinque Tibetani, il Massaggio dell’Universo e molte altre. La location completamente immersa nel verde è il luogo ideale per la meditazione, fondamento per la fusione tra individuo e la Fonte Universale, nonché per attivare un rapporto diretto con la Madre Terra attraverso le danze sciamaniche (che permettono con la respirazione, le percussioni ed il ballo di espandere la coscienza e liberare energie positive, acquisendo nuove visioni della realtà): http://www.youtube.com/watch?v=bVqz_ORPl0Y, armoniosamentebenessere@gmail.org.

Roma e Perugia. Il 22 e 23 ottobre mirate al Pranic Healing Course I°livello. Il motto del pranic healing è “Anche tu sei un guaritore”: il concetto deriva dalla parola Prana, energia vitale per la tradizione indiana, secondo la quale chi si appropria e rispetta questa tecnica acquisisce capacità di guarigione e autoguarigione. Attraverso lo studio di questa pratica si affinano capacità psichiche come ad esempio la percezioni tattile sottile e la visione delle aure. Pratiche meditative come Kundalini Dynan o Zen, Twin Hearts e Meditazione per l’unione con l’Anima accompagnano lo studio e la pratica di questa tecnica oggi sempre più usata anche in ambienti accademici (www.pranic.eu, info Roma: patrizia@pranic.eu, info Perugia: info@studioselma.com).

Camaldoli (AR). Infine, dal 21 al 23 ottobre consigliamo l’esperienza del Ritiro Spirituale organizzato dalle ACLI delle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Umbria: un’esperienza da provare (www.aclirimini.it/?p=1083).

HIP SPORT

Muoversi come stile di vita: sport (alternativi) e non solo

Di Marianna Russo

russo@bazarweb.info

Pisa. Il 9 ottobre avrà luogo un appuntamento completamente dedicato ai bambini, la Michelin Bike Ride (http://eventi.pisaonline.it/eventi/pisa-e-litorale/michelin-bike-ride-di-pisa-del-prossimo-9-ottobre-2011.html): un’iniziativa volta alla sensibilizzazione alla sicurezza su strada, in cui in un percorso costruito in piccole dimensioni, i piccoli ciclisti dovranno impegnarsi rispettando i segnali.

Limone sul Garda. Invece, per i più grandi che vogliono destreggiarsi sempre in bicicletta, il 16 ottobre si terrà la Sky Running & Bike Xtreme (www.skybikextreme.it), una competizione che consiste in 2 gare parallele, una in mountain bike e l’altra di corsa, entrambe immerse nella natura selvaggia.

Brescia. Un’altra gara di corsa è prevista per il 9 ottobre a Passirano, ma a concorrere per il premio saranno i levrieri (www.enci.it): un evento per tutti i cinofili che potranno assistere alla corsa amatoriale oppure far partecipare il proprio cane, ovviamente se si tratta di un levriero.

Torino. Il primo ottobre le emozioni sono invece tutte per il Campionato Europeo di Supercross SX Series (www.magicforfun.it): i migliori piloti di supercross si sfideranno al Palaolimpico dove sono già previsti 12.000 spettatori. Sempre a Torino, dal 14 al 16 ottobre, sarà allestito il Winterpark a Lingotto fiere (www.torinowinterpark.it): una manifestazione con una grande varietà di sport, dal ballo al kickboxing, e dove non solo si potrà partecipare alle discipline, ma anche conoscere le ultime novità su prodotti e attrezzature.

Palermo. In fine, l’Associazione NAL (Nuoto Acque Libere) organizza per quelli che hanno ancora voglia di mare una vacanza sportiva dal 3 al 9 ottobre a Mondello (www.nuotoacquelibere.com): il meeting prevede dal lunedì al venerdì nuotate a mare in gruppo accompagnati dallo staff, tavole rotonde per discutere di quest’attività e per finire la 18° gara Traversata a nuoto del Golfo di Mondello.

INSIEME

Solidarietà per davvero: unitevi!

Di Valentina Cominetti

cominetti@bazarweb.info

Mantova. Fino all’8 ottobre, al Teatro Accademico del Bibiena, dal martedì alla domenica, tra le 15 e le 18, è possibile visitare la mostra di arte contemporanea “La corda sensibile” a cura degli artisti Papa Faye Aimerou ed Emanuela Di Gregorio le cui opere costituiscono “un invito al viaggio fra le culture per incontrarsi e riconoscersi”.  Solo l’8, nello stesso luogo alle 21, si terrà lo spettacolo “220 volte Mahuninga” in collaborazione con il Teatro Magro. Beneficiaria degli introiti sarà AMA Energia Zero Onlus (www.amaenergiazero.it), per la realizzazione di un impianto fotovoltaico nell’Ospedale di Mahuninga (Tanzania).

Lecco e Carrara. Fino al 9 ottobre, BnD Onlus (www.bambinineldeserto.org)  sarà presente a Immaginamondo, festival di viaggi, luoghi e culture nell’ambito del quale molti viaggiatori presenteranno le loro avventure. In particolare, l’8 e il 9 Andrea Carrà di BnD presenterà il suo, che Angela Avino dell’Ufficio Stampa ci descrive così: “Un viaggio che ha ripercorso le mitiche piste della Parigi-Dakar, ma con occhi diversi dalla competizione, quella della solidarietà”. Il 14 e il 16 ottobre, a Carrara, sempre BnD sarà presente al 4X4Fest, 11° salone nazionale dell’auto a trazione integrale, imperdibile per un’onlus che dalla sua nascita ha sempre legato le azioni di solidarietà verso i popoli africani alla passione dei viaggi in fuoristrada e che proprio con questo mezzo ha portato nell’Africa Subsahariana tanto materiale di prima necessità.

Chiaravalle (AN). All’Antico Mulino, il 15 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17, si terrà un “Corso di saponificazione naturale” per imparare ad autoprodurre il sapone, in casa e nel modo giusto: pratica semplice, benefica, ecologica ed economica. Il costo del corso è 36 euro trattabili, e il ricavato sarà devoluto a Koinè Onlus che da anni opera con successo nell’ambito dei servizi alla persona (www.koinecoopsociale.it).

ON AIR

Radio on air e on web: i nostri programmi smart

Di Teodora Malaveda

malaveda@bazarweb.info

Quantaradio nasce nel 2010 da un’idea di Antonio Persia. E’ una web radio auto-finanziata che vive grazie al contributo volontario dei suo collaboratori. Si occupa di informazione, satira, musica, cultura, denuncia, diritti. Ogni lunedì alle 21 a tenervi compagnia c’è la voce di Pino DJ DeMarco che conduce Frequency, un viaggio musicale a ritroso negli anni per rispolverare il meglio della discografia passata. Se invece siete appassionati di musica latina, non dovete fare altro che scaricare le puntate di Cono Sur, programma condotto da John Freedom. Discorso a parte merita Restiamo Umani, la trasmissione condotta da Aldo Semenuk, con il lavoro di redazione di Eva Milan. Il titolo è un chiaro omaggio a Vittorio Arrigoni ma il contenuto è ad ampio raggio e verte sull’informazione di prima mano con particolare attenzione a chi fa, da scoprire e valorizzare prima che qualcuno lo uccida. Cronache dai no tav e dai no radar Sardegna, analisi di economisti contrari alla scuola di Chicago e provocazioni intelligenti. Infine, nelle prossime settimane, è atteso il lancio di Quantareggae. R-asta Francis vi farà muovere al ritmo del rock steady, dub, roots e ragamuffin (http://quantaradio.podomatic.com).

Chi vuole dare ascolto ad un’informazione alternativa ai circuiti mediatici ufficiali o semplicemente è curioso di conoscere o di approfondire la cultura del continente africano può sintonizzarsi sulle frequenze di Afriradio. Il progetto, nato dalla collaborazione tra lo storico mensile Nigrizia e i Missionari Comboniani, si prefigge l’obiettivo di diffondere una visione colorata dell’Africa sovvertendo l’immaginario collettivo secondo cui il continente è sinonimo di guerre e povertà. Diversi sono i programmi che articolano il palinsesto. Taxi Brousse, condotto dal camerunense Prosper Nkenfack, guida l’ascoltatore alla scoperta di mete inedite, con suggerimenti e indicazioni utili per conoscere la vera identità africana. Metissakana è una finestra aperta sul cinema, la letteratura e la musica afro. La conduttrice è la regista e scrittrice Annamaria Gallone. Un passo in più per il melting pot (http://www.nimedia.it/afriradio_player.asp).

GUSTI

Indirizzi speciali per lettori speciali: a ottobre, la follia di Le Grand Fooding e tutto il meglio della cioccolata

Di Lorenza Fumelli

fumelli@bazarweb.info

Perugia, L’Aquila. Non si vive di soli ricordi è il claim della diciottesima edizione dell’Eurochocolate che invaderà il centro storico di Perugia da venerdì 14 a domenica 23 ottobre. E’ un modo per sottolineare quanto questa manifestazione sia disposta a crescere di anno in anno offrendo ai visitatori il meglio della tradizione dolciaria italiana, stimolandone la rinascita e lo sviluppo nel territorio. Ed è per questo che l’Anteprima avverrà nel fine settimana dell’8 e 9 ottobre nella città che più di tutte ha bisogno di credere nel futuro: L’Aquila. Ma non finisce qui. Il 12 ottobre su tutto il territorio nazionale si festeggia il Choco Day , per promuovere e tutelare il consumo del “Cibo degli Dei” in nome della sostenibilità e del rispetto di tutti i Paesi che  producono la materia prima. Ricordiamo anche che in occasione della grande manifestazione perugina, gli organizzatori sono in cerca di 600 ragazzi  tra i 18 e i 25 anni, che saranno impiegati in qualità di standisti, promoter, animatori ed hostess. Tutte le info su: http://www.eurochocolate.com/perugia2011/.

Milano. Musica, spettacolo, performance e cucina. Non come concetti separati ma come espressioni artistiche che si intrecciano e dialogano creando qualcosa di completamente nuovo, di unico. Questo è Le Fooding, nato in Francia dalla volontà del critico visionario Alexandre Cammas e riprodotto a Milano dal 20 al 22 ottobre in Le Grand Fooding . I protagonisti sono gli chef più importanti dell’alta cucina italiana come Pino Cuttaia (la Madia di Licata), Franco Aliberti (Vite, San Patrignano), Massimo Bottura (Osteria Francescana, Modena), Moreno Cedroni (La Madonnina del Pescatore,, Senigallia), Davide Oldani (Ristorante D’O a Cornaredo, Milano), Andrea Berton (Trussardi alla Scala, Milano), Giovanni Passerini (Rino, Parigi). Questi e altri chef proporranno piatti originali studiati per spingere in avanti i confini di una cucina spesso ingessata che in questa occasione si libera da ogni schema, obbligo o convenzione. Consultate il programma sul sito: http://www.legrandfooding.com/milano/.

AVERE

Oggetti culto

Di Alessio Romano

romano@bazarweb.info

Se amate la musica e la natura sicuramente non potrete fare a meno del nuovo speaker eco-friendly ideato per i nuovi lettori musicali di casa Apple. iBamboo è un amplificatore musicale naturale ricavato da un pezzo unico di bamboo, da cui il nome,  che non necessita di elettricità per il suo funzionamento ed è interamente prodotto senza processi dannosi per l’ambiente, rendendolo eco-compatibile al 100%. Inoltre per via del materiale naturale che non subisce lavorazioni che ne alterano l’aspetto o la forma, ogni iBamboo sarà un pezzo unico che non ha eguali al mondo: ognuno avrà la sua tonalità di colore, le sue sfumature e linee. Costo 24,99$ (www.ibamboospeaker.com).

Se invece di ascoltarla, la musica, volete crearla, magari in modo originale e divertente, il sito crazyluke.it commercializza una gamma di magliette interattive in grado di riprodurre, grazie ad dei piccoli ma efficaci speaker e alcuni sensori (estraibili per il lavaggio), il suono degli strumenti musicali che rappresentano. Queste t-shirts si suonano letteralmente, basterà passare il plettro sulle corde della chitarra stampata e magicamente un suono uscirà dalla nostra piccola cassa. Oltre alla chitarra sono disponibili la versione batteria e quella tastiera. Prezzo 29,90€ (www.crazyluke.it).

Per chi non riesce ad addormentarsi o soffre di disturbi del sonno, grazie ad un apparecchio di nome Zeo avremo un valido aiuto per riuscire a trovare il giusto riposo. Una specie di grossa sveglia digitale collegata via wireless a una speciale fascia, da applicare sul capo, raccoglie informazioni che al mattino potremo visualizzare sul suo display  in modo da vedere quali sono le cause dei nostri problemi e in sinergia con il sito internet dedicato, dove potremo inserire i nostri risultati, troveremo tutti i consigli utili per risolvere i nostri disturbi, in base alle nostre abitudini e ai dati raccolti. Zoe è acquistabile online al prezzo di 199,99$ (www.brookstone.com).

TRANSUMANZE

Viaggiare davvero. I nostri itinerari (giovani) ad Avignone

Di Eugenia Romanelli

romanelli@bazarweb.info
Circondata da 4,3 km di mura intatte è considerata perla della Provenza e conosciuta in tutto il mondo per il suo ponte interrotto (soggetto anche di una nota filastrocca), il festival internazionale di arti e cultura di luglio (eredità di Jean Vilar), l’antica Università (tutt’ora in funzione) e, soprattutto, il palazzo dei Papi, il più grande palazzo gotico d’Europa che ha segnato l’intera storia della città (Clemente V fuggì da Roma nel XIV secolo e da allora, fino al 1791, la città rimase sotto il controllo papale). Prima di dare i cenni obbligatori per chi viaggia con questa meta, suggeriamo qualche segreto a chi ama esplorare gli aspetti meno turistici dei luoghi.
Se cercate giovani, artisti, un pranzo biologico, vestiti vintage, libri usati o semplicemente un’atmosfera bohémien, percorrete Rue des Teinturiers il più lentamente possibile. Lungo il piccolo canale del fiume Surgue (si vede ancora un’antica pala dei mulini ad acqua che nel XIX secolo usavano i tintori, abitanti di questo quartiere), sotto un tetto di platani, si susseguono caffè, bistrot, trattorie in rete coi gruppi di acquisto solidale (segnaliamo “Lo e So”, che sta per “locale” e “solidale”), boutique underground che vendono usato (libri, abbigliamento, dischi, etc), un teatro (il Tache d’Encre, nel vicoletto di Rue de la Tarasque), la cinquecentesca Chappelle des Pénitents Gris e la cappella con la torre campanaria (semidistrutta, ha un fascino decadente indescrivibile) dell’ex Couvent des Cordeliers (nel 1226, quando fu costruito, era il più grande convento della città. Vi è sepolta Laura, Musa del Petrarca).
Una curiosità? Entrate nella sinagoga di place Jérusalem (con rispetto, visto che qui i turisti non sono tenuti in gran considerazione) per vedere il forno del XIII secolo dove si cuoceva il pane azzimo per la Pasqua ebraica.

Per gli appassionati di architettura invece, la cittadina permette un piccolo itinerario alla scoperta del patrimonio villeneuvois: attraverso fastose le dimore cardinalizie del XIV secolo si arriva ai due monumenti nazionali, il Forte St Andrè, con l’abbazia e i giardini tutelati dalle Belle Arti, e la Certosa Pontificale di Val de Bénédiction, la più grande d’Europa. Naturalmente non perdetevi il museo Pierre de Luxembourg, la Collegiata Notre Dame con il chiostro e la Torre Philippe le bel, un tempo collegata al ponte. Non si può non citare la cosiddetta “Acropoli avignonese” (www.avignon-tourisme.com), ossia il centro storico, dal 1995 Patrimonio Mondiale dell’Unesco, di cui fa parte, oltre al Palazzo dei Papi, l’antico Palazzo comunale, il Palace du Palais, la Cattedrale, il giardino dei Doms, il Petite Palais, il ponte e le mura.

Chi invece va in cerca della B-History, ossia dei quartieri dove vive il popolo, suggeriamo di spostarsi ad est, oltre le mura romaniche: nel XIII secolo vi si erano insediati gli ordini dei mendicanti (carmelitani e agostiniani) e oggi ospita le borgate popolari. Ci sono eccellenti esempi di riabilitazione del patrimonio edile (l’Ospedale Sainte-Marthe, oggi sede dell’Università, e l’antico seminario Sainte-Garde, attuale Conservatorio Nazionale di Musica). Dopo aver fatto indigestione di Medioevo, non dimenticate di andare alla scoperta delle impronte di barocco romano e classicismo francese: il XVII e il XVIII secolo, come anche il XIX e il XX, hanno penetrato la città che, anche per questo equilibratissimo mix di epoche, nel 2000 è diventata Città Europea della Cultura.

Per i nottambuli: l’Enclave, locale all’avanguardia per cultura giovanile (fuori dalla porta di ingresso un trompe l’oeil trendy con l’immagine di un ragazzo che incita al silenzio e una scritta “rispetta gli altri se vuoi essere rispettato”: www.esclavebar.com). Per una gita fuori porta, suggeriamo Aigues Mortes (vedi articolo correlato), Montpellier (vedi articolo collegato) e, per cenare, Saint Remy de Provence: questa elegante cittadina, per nulla invasa dal turismo di massa, è terra, oltre che di Nostradamus, di uno dei migliori maestri cioccolatieri di Francia, di un ottimo olio di oliva e  di numerosi chef. Infine, se avete voglia di un’oretta di auto, perdetevi nel silenzio del parco naturale regionale di Luberon e raggiungete (sarebbe meglio in luglio, per osservare le meravigliose distese viola di lavanda) l’abbazia cistercense di Notre-Dame de Sénanque: fondata nel 1148 è attualmente abitata da giovani monaci e completamente isolata dal mondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il colonialismo del “ragionier Filini”. In edicola col nuovo Saturno

next
Articolo Successivo

“Civic hacking”: i ladri della rete a fin di bene

next