Il sogno è emulare Marina Brunello, a 17 anni nominata “Alfiere della Repubblica” da Giorgio Napolitano. La passione è la stessa che da secoli accomuna figure come Voltaire, Duchamp, Kubrick e Obama. E’ la carica dei mille giovanissimi scacchisti che dal 2 al 9 luglio parteciperanno ai campionati giovanili nazionali a Porretta, sull’appennino bolognese. Una settimana di gare tra i migliori talenti di Italia che regalerà ai vincitori il pass ai campionati europei e mondiali dei prossimi mesi.

Cinque le categorie, divisi tra maschi e femmine: under 8, 10, 12, 14 e 16. Le partite si giocheranno in una tensostruttura di 1.300 metri quadri nel parco delle Terme di Porretta.

A fianco del programma sportivo, anche una rassegna culturale con conferenze, proiezioni e dibattiti ovviamente a sfondo scacchistico. Ma per il torneo a mobilitarsi è stata tutta la città: sono previste infatti circa 2.500 presenze, compresi famigliari e accompagnatori, e Porretta metterà a disposizione tutte le proprie strutture ricettive e anche una card con sconti nei negozi della zona.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Organizzare matrimoni
Un Camp a Riccione

prev
Articolo Successivo

Sentirsi innamorati a Brisighella
L’estate nel “borgo più bello d’Italia”

next