Nuovo editoriale del direttore del Tg1 Augusto Minzolini. Anche ieri sera, nell’edizione delle 20, il “direttorissimo” ha usato lo spazio del principale telegiornale della tv pubblica per lanciarsi in un’autodifesa dopo la maxi-multa dell’Agcom sulla pseudo intervista di venerdì scorso a Berlusconi e per attaccare i giornalisti che lo criticano. Senza citarli, definisce Michele Santoro e Marco Travaglio come “Pseudo-sacerdote dell’informazione e Robespierre da strapazzo”. Ma spiega di essere diverso da loro: la sua arma segreta è infatti “la tolleranza”. Ecco l’editoriale completo.

Ma a che cosa fa riferimento Minzolini? L’editoriale del direttore del Tg1 è chiaramente una risposta alla rubrica di Marco Travaglio, andata in onda la sera precedente ad Annozero. Ecco l’intervento del vicedirettore del Fatto

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Allucinazioni e realtà: difendersi dai serpenti

prev
Articolo Successivo

“Siamo vivi”. Milano,
Napoli e il Michigan

next