La Guardia di Finanza di Bologna ha sequestrato alcune centinaia di migliaia di articoli contraffatti di varia natura in occasione dell’edizione 2011 di Cosmoprof, l’importante salone internazionale dell’estetica e della cosmetica che si è svolto nel capoluogo emiliano dal 18 al 21 marzo.

L’attività è stata svolta nel corso dei consueti controlli che le Fiamme Gialle svolgono a tutela del consumatore ed ha consentito di rinvenire presso un espositore prodotti che riportavano illecitamente il marchio di importanti griffe della moda, quali Chanel, Cartier, Louis Vuitton, Parloux, Playboy, Gucci, D&G, Yves Saint Laurent, Dior, New York Yankees, Calvin Klein, Versace, Ferrari, Guess, Lee, Hello Kitty.

I successivi sviluppi investigativi hanno consentito di ricostruire la filiera e di individuare il fornitore dei prodotti, una società di Castel Bolognese, nel ravennate, presso la quale sono stati sequestrati ulteriori prodotti falsi dello stesso tipo, per un totale complessivo di quasi 800.000 pezzi. Estremamente diversificata la tipologia degli articoli contraffatti, risultati di provenienza cinese: bigiotteria, decori in metallo, unghie in plastica, accessori vari. .

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fabbrica venduta a 1 euro
La Procura apre un’inchiesta

next
Articolo Successivo

Di Vaio, Bologna per sempre
Il calcio dall’aspetto umano

next