Da “Partite & partiti“. Prosegue il walzer degli allenatori in serie A con l’approdo di Cavasin alla Sampdoria. Tradizione tutta italiana, quella di cambiare i mister come calzini. Il Milan intanto batte meritatamente la Juve, ma come Inter e Roma rischia la débacle in Champions League. La vecchia signora, invece, sembra ridotta “ad una provinciale“. Così a contendersi lo scudetto restano le milanesi. Napoli e arbitri permettendo.
Servizio di Oliviero Beha

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

In Onda, scontro Sallusti – Bocchino: “Mantenuto anche da me” e il deputato Fli: “Quanto ti paga Berlusconi?”

next
Articolo Successivo

Gelmini: “Nessun attacco alla scuola pubblica”

next