Picchiato e cosparso con l’alcool, poi il fuoco. E’ la violenza subita da un quindicenne disabile psichico di  Fontaniva,vicino Cittadella (Padova). Il giovane ha raccontato alla madre di essere stato malmenato da alcuni coetanei. I medici che l’hanno medicato hanno riscontrato ustioni di secondo grado a un avanbraccio e una contusione al volto. La madre ha poi denunciato il fatto ai carabinieri che hanno avviato le indagini della procura presso il tribunale dei minori di Venezia.
Non è escluso che nei prossimi giorni possa essere sentito il ragazzo, forse con l’ausilio di uno psicologo al fine di inquadrare quanto avvenuto.
Al momento, comunque, dagli investigatori non sono trapelati elementi su come stanno procedendo le indagini. C’è massimo riserbo in considerazione anche del fatto che la persona coinvolta è un minore. L’attenzione sarebbe concentrata anche sugli ambienti frequentati dal ragazzo, studente in una scuola nel padovano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Un nuovo “caso Adro” nella Bassa bergamasca

next
Articolo Successivo

Alberto da Giussano “personaggio di fantasia”. Parola di storico

next