“Sono orgoglioso del discorso che ho fatto in Parlamento, ho fotografato la realtà. Berlusconi è un violentatore della democrazia che umilia le istituzioni. Chi non vuole far parlare un deputato democraticamente eletto è un dittatorello sudamericano”. Lo ha detto il leader di Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, riferendosi alla possibilità che l’ufficio di presidenza della Camera valuti un procedimento disciplinare nei suoi confronti.

“Io temo che con la scusa della legge elettorale si voglia fare un governo mai votato dal popolo con i furbetti del Parlamento che vogliono travisare il voto. Mi appello al Capo dello Stato affinché sia garante di un governo a termine che duri non più di novanta giorni e che serva a cambiare la legge elettorale”, ha aggiunto Di Pietro. “E’ chiaro che a Berlusconi interessi solo portare avanti le proprie battaglie per non farsi processare invece dovrebbe occuparsi dei problemi che riguardano il paese reale. Noi auspichiamo che il prima possibile, anche domani, si torni al voto e che si pensi ai cittadini. Idv è dell’idea che quando non c’è un governo eletto dal popolo si deve tornare dal popolo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Non vuole pagare il pizzo per la baracca
Gli estorsori rapiscono suo figlio

prev
Articolo Successivo

Presidente georgiano: “Berlusconi non mi ha mai salvato la vita, come dice”

next