In piazza a Roma le vittime delle trasfusioni con sangue infetto. Una trentina di contagiati dai virus Hiv e Hcv hanno iniziato una protesta permanente a piazza Montecitorio, davanti alla Camera dei deputati. Da 17 giorni chiedono al governo di risolvere “l’ingiustizia di una transazione”, quella in corso tra il ministero della Salute e circa 6 mila cittadini in causa con lo Stato. E intanto la spada di Damocle della prescrizione potrebbe spazzare via ogni possibilità di risarcimento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Una scuola in trincea a difesa dell’integrazione

next
Articolo Successivo

Fincantieri, corteo a Roma: “No chiusura ma rilancio”

next