La casa editrice Feltrinelli ha deciso di sospendere le presentazioni già fissate del libro “Don Vito. Le relazioni segrete tra Stato e mafia nel racconto di un testimone d’eccezionè” di Massimo Ciancimino e Francesco La Licata. Una decisione – come spiega un comunicato dell’editore – legata alle “minacce a uno degli autori e ai suoi familiari”. Un evidente riferimento alle recenti minacce subite dal figlio di M.Ciancimino, Vitandrea di soli 5 anni.

Una lettera di minacce, infatti, era stata inviata nei giorni scorsi all’indirizzo di casa del figlio dell’ex sindaco di Palermo. Una lettera con all’interno un proiettile di kalashnikov. La missiva aveva come ‘destinatario’  il figlio piccolo di Ciancimino jr. Nella busta vi era scritto: “Le colpe dei padri infami e traditori ricadranno sui figli. Lei e i suoi complici siete stati avvisati da troppo tempo. Lei e i suoi amici magistrati sarete la causa di tutto”.

Massimo Ciancimino, aveva definito la vicenda una “vigliaccata” e aveva annunciato di voler ritirare dal commercio il suo libro “Don Vito”. La missiva era stata portata in procura a Palermo il 9 agosto proprio da Ciancimino che doveva essere ascoltato dai magistrati che stanno indagando sulla “trattativa” tra Cosa nostra e lo Stato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Fini: Non ho nulla da temere dalla vicenda monegasca. Sorpreso sull’appartamento dato in locazione a G.Tulliani

prev
Articolo Successivo

Cossiga in rianimazione al Gemelli
‘Condizioni gravi ma stabili’

next