» Mondo
lunedì 24/07/2017

Ankara saluta l’Europa: “Ora facciamo da soli”

È un anno dal tentato golpe del 15 luglio. Il presidente Erdogan per l’Occidente è il Sultano dal pugno di ferro, ma una parte del Paese sta con lui
Ankara saluta l’Europa: “Ora facciamo da soli”

“Siamo stati regolarmente eletti e hanno tentato di rovesciarci. Eppure, americani ed europei sono stati zitti. Parlano tanto di democrazia, parlano tanto di tutto. E poi quella notte non hanno detto niente. Avevamo i carrarmati per strada. Ma fino a quando non è stato chiaro che il colpo di stato era fallito, sono stati zitti. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Società

Sapete una cosa? Il datore di lavoro di una donna non è l’utero

Mondo

Il mondo non è stato mai così immobile

Mondo
Pahor verso il reincarico

Slovenia, ballottaggio presidenziale

Nessuno tocchi il mare: il Vietnam non scherza
Mondo
Il disastro

Nessuno tocchi il mare: il Vietnam non scherza

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×