/ / di

Susanna Marietti Susanna Marietti

Susanna Marietti

Coordinatrice associazione Antigone

Sono la coordinatrice nazionale di Antigone, un’associazione che da oltre venti anni si batte per i diritti e le garanzie nel sistema penale e penitenziario. Con il nostro Osservatorio sulle carceri giriamo per le prigioni italiane e tentiamo di raccontare fuori quel che vediamo dentro: chi ci sta, come ci vive. Una giustizia selettiva, debole con i forti e forte con i deboli, è quanto più mi fa paura in uno Stato. Per anni ho studiato e fatto ricerca in filosofia. Sono collaboratrice del sito Liberties.eu. Sono autrice e conduttrice, insieme a Patrizio Gonnella, della trasmissione radiofonica “Jailhouse rock. Suoni, suonatori e suonati dal mondo delle prigioni”, nella quale storie di musica e di carcere si incrociano le une con le altre. Da Roma Rebibbia e da Milano Bollate i detenuti collaborano a ogni puntata. Ho tre bambini e avevamo un grande amico cane, che rimane immortalato nel logo di “Jailhouse rock”.
@SusannaMarietti

Blog di Susanna Marietti

Cronaca - 22 febbraio 2017

Decreto sicurezza urbana, chi chiede l’elemosina minaccia i vostri spazi pubblici?

accattonaggio-675 Il decreto sulla sicurezza urbana uscito alcuni giorni fa dal Ministero dell’Interno di Marco Minniti è stato assegnato alle Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera dei Deputati per lavorare alla conversione in legge. È un decreto culturalmente, ancor prima che giuridicamente, disgustoso. Sono norme nelle quali, apertamente come poche volte nella storia della Repubblica […]
Società - 1 febbraio 2017

Sit-in contro Donald Trump, non lasciamo soli i cittadini Usa

trump-flussi-migranti-675 Domani, giovedì 2 febbraio, alle ore 17 anche la società civile italiana mostrerà pubblicamente la propria solidarietà a quella grande America che si sta battendo contro i provvedimenti di Donald Trump con un sit-in sotto l’Ambasciata Usa in via Veneto a Roma. Il sit-in è organizzato dalla Coalizione Italiana per i Diritti e le Libertà […]
Giustizia & Impunità - 30 gennaio 2017

Carcere di Ivrea, chiudete la cella di punizione

carceri 675 “Io sottoscritto C.S, scrivo queste parole per difendere e tutelare i detenuti del carcere di Ivrea, dopo che il giorno 24/25 del mese di Ottobre in questo istituto le guardie o agenti penitenziari hanno usato violenza indiscriminata. Chiamata la squadretta con supporto del carcere di Vercelli e riuniti in forza e armati di idranti e […]
Giustizia & Impunità - 17 gennaio 2017

Cucchi, Aldrovandi e gli altri assassinati: chiamiamo le cose con il loro nome

Foto Roberto Monaldo / LaPresse
12-07-2013 Roma
Cronaca
Cassazione - Sit-in dei parenti delle vittime di presunti maltrattamenti durante la detenzione
Nella foto Ilaria Cucchi (sorella Stefano), Grazia Serra (nipote Francesco Mastrogiovanni), Lucia Uva (sorella Giuseppe), Claudia Budroni (sorella Dino)

Photo Roberto Monaldo / LaPresse
12-07-2013 Rome (Italy)
Court of Cassation - Protest by relatives of the victims of ill-treatment during detention
In the photo A moment of the protest Finalmente si chiamano le cose con il loro nome: omicidio preterintenzionale. È questa l’imputazione chiesta dalla procura di Roma per tre carabinieri nelle nuove indagini sulla morte di Stefano Cucchi.  Sono passati più di sette anni da quel giorno in cui accendemmo la tv su RaiTre e sentimmo Bianca Berlinguer raccontare che era morto un […]
Diritti - 11 gennaio 2017

Pena di morte, diciamo no sempre e comunque. Anche per il killer di Charleston

dylann-roof_675 Non è tanto l’Oceano Atlantico a dividere l’Europa dagli Stati Uniti quanto l’uso della pena di morte. Ogni volta che apriamo un giornale e leggiamo una notizia come quella di oggi possiamo ragionare sulla più forte delle fratture all’interno del mondo occidentale. Dylann Roof, autore della terribile strage di Charleston che, il 18 giugno 2015, […]
Diritti - 21 dicembre 2016

Libertà civili, premiati gli eroi nascosti di un’Italia che non si arrende

A Topo Chico penitentiary prisoner tries to communicate with relatives after a riot in Monterrey, Nuevo Leon, Mexico, 11 February 2016. At least 52 dead and 12 wounded were registered after a riot occured in Topo Chico penitentiary this early morning accordig to Nuevo Leon governor Jaime Rodriguez Calderon. EFE/Miguel Sierra La scorsa settimana la giovane Coalizione italiana per le libertà e i diritti civili (Cild), di cui Antigone è parte, ha consegnato per la seconda volta i suoi Premi per le libertà civili. La cerimonia si è svolta all’Impact Hub di Milano e ha visto sfilare le 11 storie premiate una dopo l’altra, insieme all’accompagnamento […]
Giustizia & Impunità - 15 dicembre 2016

Migranti, rimpatri forzati e arresti: l’Europa boccia ancora l’Italia

migranti_675 Le regole dello Stato di diritto vanno rispettate sempre, sia per gli italiani che per gli stranieri. Sempre, senza eccezioni. Oggi il Comitato europeo per la prevenzione della tortura (Cpt) a lungo presieduto da Mauro Palma, oggi Garante nazionale delle persone private della libertà, ha fatto notare in modo netto alle autorità italiane che le […]
Giustizia & Impunità - 11 dicembre 2016

Tortura, a 32 anni dalla firma del Trattato in Italia non è ancora reato

Foto Roberto Monaldo / LaPresse17-04-2015 Roma CronacaFlash Mob organizzato da Amnesty International per chiedere l'introduzione del reato di torturaNella foto Un momento del flash mob sulla sclinata dell'Ara CoeliPhoto Roberto Monaldo / LaPresse17-04-2015 Rome (Italy)Flash Mob organized by Amnesty International to request the introduction of the crime of tortureIn the photo A moment of the flash mob È passato un altro 10 dicembre. Era il 10 dicembre del 1984 quando le Nazioni unite adottarono la Convenzione contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli inumani o degradanti. Trentadue anni fa l’Italia firmò un Trattato che obbligava “ad adottare misure legislative, amministrative, giudiziarie ed altre misure efficaci per impedire che atti di […]
Diritti - 28 novembre 2016

Carcere Rebibbia, evadono in tre? Le punizioni sono per tutti (i rimasti)

Rebibbia 675 Il 27 ottobre scorso tre uomini sono evasi dal penitenziario romano di Rebibbia Nuovo Complesso. Ancora non sono stati rintracciati. Si capirà un giorno la dinamica esatta della fuga. Nel frattempo, l’amministrazione penitenziaria ha preso una serie di provvedimenti restrittivi riguardanti la gestione dell’istituto e degli altri detenuti che si trovano in quel carcere. Alcuni […]
Giustizia & Impunità - 7 novembre 2016

Giubileo dei carcerati, ha ragione Papa Francesco

Foto LaPresse - Stefano Costantino
26/10/2016 Città del Vaticano (VAT)
Cronaca
Papa Francesco durante la sua tradizionale Udienza Generale del Mercoledì in Piazza San Pietro, Città del Vaticano, Vaticano.
Nella foto: Papa Francesco

Photo LaPresse - Stefano Costantino
26/10/2016 Vatican City (VAT)

Pope Francis during his traditional Wednesday’s General Audience in St. Peter's Square in Vatican City, Vatican.
In the pic: Pope Francis Ha ragione Papa Francesco: mai lo Stato deve violare la dignità umana. È questo un limite invalicabile per il potere punitivo dello Stato. Il Papa lo ha ribadito nella giornata dedicata al giubileo dei carcerati. Durante l’Angelus della giornata giubilare dedicata ai detenuti, Bergoglio – dopo avere ribadito che la dignità umana va sempre rispettata, […]
Roma, l’auto dei vigili è in doppia fila. E loro? A bere il caffè
Teramo, frana cancella metà di un paese: 33 case evacuate, 98 persone senza un tetto. “Come un terremoto”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×