/ / di

Ricerca Precaria Ricerca Precaria

Ricerca Precaria

Coordinamento Ricercatrici e Ricercatori Precari Universitari

Il Coordinamento Ricercatrici e Ricercatori Precari Universitari è un’organizzazione spontanea di assegnisti, borsisti di ricerca, dottorandi e di quella moltitudine di altre figure precarie che garantiscono oggi il funzionamento quotidiano dell’università italiana.
Il Coordinamento si è costituito nel 2014 per discutere della condizione delle ricercatrici e dei ricercatori non strutturati e per proporre soluzioni alternative alle attuali norme che stanno stroncando il lavoro di ricerca e, con esso, le prospettive di sviluppo culturale, civile e tecnologico del nostro paese.
Attualmente il Coordinamento è formato da una rete di gruppi locali presenti nelle principali sedi universitarie e di ricerca del nostro paese. Da fisica a economia, da medicina a filosofia, da sociologia a chimica, da psicologia a agraria, le ricercatrici e i ricercatori del Coordinamento – pur occupandosi di temi diversi – condividono le condizioni che il precariato universitario impone alle loro vite.
In questi anni di confronto e azione politica il Coordinamento è stato parte attiva del dibattito su scala nazionale sui temi del reclutamento del personale accademico, della promozione dei finanziamenti per la ricerca e del funzionamento del sistema universitario italiano.

Blog di Ricerca Precaria

Scuola - 11 ottobre 2017

Università, come riformarla in tre mosse e a costo zero (o quasi)

Cosa fare oggi per l’università italiana, scossa dalla recente inchiesta per corruzione sull’abilitazione scientifica nazionale in Diritto tributario che ha coinvolto 59 docenti? Inutile investire in un’istituzione che secondo alcuni è irrimediabilmente compromessa, in balia di gruppi di potere ristretti? O forse è proprio la scarsità di risorse a esacerbare le logiche di spartizione e […]
Scuola - 29 settembre 2017

G7 e università, come spiegare ai grandi del mondo perché non investiamo in ricerca

Nel dare il benvenuto ai loro colleghi del G7 in occasione del summit su lavoro, scienza e industria a Venaria Reale, i ministri Carlo Calenda, Valeria Fedeli e Giuliano Poletti avranno forse raccontato quanto è competitivo il nostro paese. Avranno magari sostenuto, come già fatto nei mesi scorsi da Matteo Renzi (e come a suo […]
Professoressa picchiata a Cagliari, lettera all’insegnante: perché quel pugno in faccia?
No all’alternanza scuola-lavoro, difendiamo il diritto allo studio dei nostri figli

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×