/ / di

Luisella Costamagna Luisella Costamagna

Luisella Costamagna

Giornalista e autrice

Laureata in filosofia con 110 e lode all’Università di Torino, sono giornalista, conduttrice e autrice.

Lavoro per tv e carta stampata.

“Ho scritto due libri: “Noi che costruiamo gli uomini” e “Cosa pensano di noi. Gli uomini raccontano il sesso e le donne” (Mondadori)

@luisellacost

Articoli Premium di Luisella Costamagna

Politica - 14 aprile 2017

La cupa resurrezione pasquale di Silvio e Matteo

A volte ritornano. Come nei film dell’orrore. Chi pensava di averli ormai archiviati deve ricredersi: riecco Berlusconi e Renzi, B. e R., brr. “Paura” direbbe Carlo Lucarelli. Il grande vecchio e il giovane figlioccio riconquistano la scena proprio quando li davamo per finiti, quando pensavamo che l’uno avrebbe messo in sicurezza l’impero, spartito i beni […]
Commenti - 1 aprile 2017

La democrazia dei teorici del M5S egemone

Cari teorici dell’“egemonia 5S”, una cosa bisogna riconoscervela: siete immuni dal dubbio. La vostra tesi di fondo è: gli ultracorpi grillini, baccelloni caduti sull’Italia da chissà quale inospitale pianeta extrasolare, si stanno impadronendo di tutto prima ancora di arrivare al governo. Per dirla con Gramsci, stanno imponendo la loro egemonia. Si salvi chi può. La linea […]
Commenti - 31 marzo 2017

Non studiate più: il vostro futuro è fare politica

Cari italiani, visto che vi arrabattate per tirare a campare, perché non vi date alla politica? In debito d’ossigeno, troverete nel Palazzo una salvifica bolla d’aria: mondo a parte in cui non valgono le regole dei comuni mortali, in cui non esiste forza di gravità a tenervi schiacciati a terra. Volerete. Come l’ex Direttorissimo del […]
Commenti - 16 marzo 2017

Il ritorno del riccon prodigo

Un’imposta forfettaria da 100 mila euro l’anno (più 25 mila per ogni membro della famiglia) per i ricchi che trasferiranno la residenza in Italia. La nuova misura del governo pro-Paperoni è ingiusta, anticostituzionale e pure perdente. Ingiusta, perché siamo già un Paese di grandi diseguaglianze sociali, che per di più aumentano: i ricchi sono sempre […]
Commenti - 9 marzo 2017

Panebianco, l’egemonia dello snob

Caro prof. Panebianco, finalmente! Da tempo mi domandavo inquieta che fine avesse fatto l’egemonia culturale. Poi, ieri, apro il Corriere della Sera ed ecco che lei, zàcchete, in quattro e quattr’otto mi risponde. Grazie. Il suo procedere teorico è folgorante: “In modo non coordinato”, verga, “una pluralità di forze sembra agire ormai da tempo (…) […]
Politica - 5 marzo 2017

La parodia di piazzale Loreto

Caro Matteo Renzi, in un siparietto con Tommaso Cerno, l’altra sera a Otto e mezzo, lei si è lamentato che negli ultimi tre mesi, da dicembre in avanti, i giornali non hanno fatto altro che occuparsi di lei, cosa fa Renzi, cosa fa il babbo di Renzi, perfino quanto è ingrassato. E chi stava davanti […]
Commenti - 23 febbraio 2017

Caro Emiliano, certi amori poi ritornano

Caro Michele Emiliano, ne abbiamo viste tante di giravolte politiche, ma lei è Speedy Gonzales! Nel giro di 3 giorni è passato da esco dal Pd, a resto nel Pd, a ri-esco, a ri-resto e sfido Renzi alla segreteria (ma per fargli un “dispetto”). Tutto ovviamente motivato, sia pure con bersagli opposti: prima Renzi (“la […]
Commenti - 17 febbraio 2017

Tutto crolla, ma loro cercano lavoro a Renzi

Cari italiani, tocca dire la verità: la situazione è a dir poco allarmante. Lo so, voi lo sperimentate tutti i santi giorni, ma ora lo confermano pure dati macroeconomici impietosi. L’Istat ha comunicato che la crescita del Pil italiano nel quarto trimestre 2016 è stata la più debole di tutte le nazioni occidentali: appena +0,2%, […]
Commenti - 10 febbraio 2017

Povero Matteo, beffato persino da Sanremo

Caro Matteo Renzi, solo ieri faceva il bello e cattivo tempo. Pure il Festival di Sanremo pareva sua emanazione, con tutti a cantare le lodi del Belpaese che lei aveva riscattato. Era solo ieri, eppure oggi ‘sti maledetti fanno come se lei non fosse mai esistito, la costringono ad assistere da Pontassieve al Patto del […]
Commenti - 2 febbraio 2017

Pd, eravamo quattro nemici al bar

“Eravamo quattro nemici al bar/che volevano cambiare il mondo/destinati a qualche cosa in più/che a una donna e un impiego in banca”. Chi meglio di Gino Paoli (con piccola modifica) può schiuderci le porte della convulsa galassia Pd dopo la sconfitta al referendum e la sentenza della Consulta sull’Italicum? Chi sono e dove vogliono andare i […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×