/ / di

Gianfranco Amendola Gianfranco Amendola

Gianfranco Amendola

Ex magistrato, esperto in normativa ambientale

Nato a Roma nel 1942 laureato in giurisprudenza (diritto penale) nel 1965, nel 1967 sono entrato in magistratura, con le funzioni di Pretore a Roma, dove, dal 1970 ho iniziato ad occuparmi di reati contro l’ambiente, istruendo e definendo, fino al 1989, oltre 15.000 processi per reati ambientali.
Dal 1989 al 1994 sono stato parlamentare europeo, e in tale veste vice presidente della commissione per la protezione dell’ambiente, la sanità pubblica e la tutela dei consumatori.
Nel settembre 1994, dopo aver rifiutato la ricandidatura, sono tornato in magistratura con le funzioni di sostituto procuratore presso la Pretura di Roma per i reati ambientali. Nel 2000 sono stato nominato Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Roma e, in tale qualità, ho coordinato la sezione ambiente di quell’ufficio.
Dal 2008 sono stato Procuratore della Repubblica a Civitavecchia, fino al pensionamento (dicembre 2015).
Ho ricoperto numerosi incarichi pubblici, partecipando a tutte le vicende che hanno visto nascere ed affermarsi il diritto dell’ambiente in Italia.
Tra le mie inchieste più rilevanti si possono ricordare quella sull’inquinamento atmosferico del centro storico di Roma (che portò alla prima “fascia blu”); quella sulla raffineria di Roma per inquinamento marino (con sequestro del terminale di Fiumicino); quella sulla gratuità dell’accesso al mare sfociata in una disposizione nazionale circa la gratuità dell’accesso alla battigia; quella sul mercurio nel pesce ecc.; quelle sulla discarica di Malagrotta e su Radio Vaticana per inquinamento elettromagnetico e, più di recente, quelle sulla discarica di Cupinoro, sull’oleodotto di Maccarese (con sequestro), sui rifiuti della centrale Enel di Civitavecchia e sull’incendio all’aeroporto di Fiumicino.
Ho collaborato e collaboro per i temi ambientali con diverse testate e riviste. Ho scritto una ventina di libri in tema di normativa ambientale, fra cui In nome del popolo inquinato (Angeli, 7 edizioni dal 1983), i cui diritti di autore ho devoluto a Legambiente. Sono stato presidente della scuola di diritto ambientale del Cervia Ambiente e della Federazione Università verdi. Ho insegnato diritto dell’ambiente in varie sedi, tra cui le Università di Roma, Teramo e Siena e sono stato fra i relatori, con riferimento alla normativa ambientale, dei corsi organizzati dal C.S.M. e dalla Scuola Superiore della Magistratura.
Attualmente sono docente di diritto penale dell’ambiente all’Università La Sapienza di Roma e sono consulente della Commissione bicamerale “ecomafia”.

Blog di Gianfranco Amendola

Società - 31 maggio 2017

Schiamazzi notturni, a subirne le conseguenze non è solo il gestore del locale

Può essere condannato per inquinamento acustico il titolare di un esercizio pubblico per gli schiamazzi notturni provocati dai suoi avventori all’esterno? Se n’è occupata la Cassazione (sez. 3, n. 22142 del 8 maggio 2017), che ha concluso confermando la condanna a un mese e 10 giorni di arresto a carico del gestore di un pubblico esercizio […]
Ambiente & Veleni - 9 maggio 2017

Incendio a Pomezia, chi pagherà? E per quale reato?

E’ certamente prematuro parlare di responsabilità penale per il gravissimo incendio nel deposito dei rifiuti di Pomezia. La Procura di Velletri ha aperto un fascicolo per appurare le cause e le conseguenze dell’incendio, quindi, solo all’esito delle indagini si potrà parlare di eventuali responsabilità. Ma quali potrebbero essere i reati ipotizzabili?   Di certo, l’incendio […]
Ambiente & Veleni - 25 aprile 2017

Taranto, la Cassazione salva i cetrioli di mare. Pescarne troppi è un ecoreato

Chi va al mare sicuramente ricorderà di aver visto, almeno una volta, qualche cetriolo di mare (volgarmente “cavolo di mare“, nome scientifico “oloturia“) adagiato sul fondo. Ma pochi sanno che quel cilindretto molliccio e un po’ repellente è un organismo marino di importanza fondamentale per la depurazione degli inquinanti batterici presenti nell’ambiente marino. E quindi […]
Ambiente & Veleni - 26 febbraio 2017

Lucca, vita dura per i cacciatori: il Tar respinge quasi tutte le richieste

Tempi duri per i cacciatori toscani. E’ appena stata pubblicata una sentenza del Tar Toscana (sez. 2, n. 36 del 13 gennaio 2017) emessa a seguito di ricorso di diverse associazioni di cacciatori contro il piano faunistico venatorio della Provincia di Lucca. Il ricorso proponeva ben 14 motivi secondo cui questo piano sarebbe stato illegittimo […]
Cronaca - 21 gennaio 2017

Vostro figlio ascolta musica ad alto volume? Potreste essere denunciati

Se avete un figlio minorenne che ama sentire la musica ad alto volume quando sta a casa, fate attenzione perché pochi giorni fa la Cassazione (Sez. 3, sentenza n. 53102 del 15 dicembre 2016) ha sentenziato che, in tal caso, i genitori possano essere condannati per il reato di disturbo alle occupazioni o al riposo delle persone. Il […]
Giustizia & Impunità - 7 gennaio 2017

M5S, assurdo costringere un politico indagato a dimettersi. L’iscrizione è obbligata

Francamente posso anche capire che un non addetto ai lavori possa criticare le modifiche recentemente apportate al codice etico dei Cinquestelle per quanto concerne la rilevanza politica della iscrizione nel registro degli indagati. Ma, se si tratta di qualcuno che ha studiato diritto e procedura penale, non può che essere ignorante o in malafede. Il […]
Diritti - 28 dicembre 2016

Il collare elettrico non è una necessità. Ora finalmente non ci sono più dubbi

L’utilizzo del collare elettrico sui cani con comando a distanza è vietato e costituisce reato. Lo ha ribadito la Cassazione (terza sezione penale, n. 50491, depositata il 26 novembre 2016), confermando una sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Trento per il reato di cui all’art. 727 cod. pen. a carico del proprietario di un […]
Ambiente & Veleni - 11 dicembre 2016

Cara Raggi, le domeniche antismog non bastano. Dov’è il cambiamento?

E ci risiamo. Vengono superati tutti i livelli di sicurezza per lo smog e, ancora una volta, a Roma come altrove, la risposta è sempre la stessa: vietiamo le auto la domenica. E’ veramente una mistificazione: tutti i dati delle centraline dimostrano da anni che la domenica è l’unico giorno in cui, comunque, circolano meno […]
Ambiente & Veleni - 6 novembre 2016

Ecoreati, finalmente la Cassazione emette la sua sentenza

Finalmente la Cassazione viene chiamata ad occuparsi degli ecoreati (delitti contro l’ambiente). Un anno e mezzo dopo la loro introduzione, infatti, la suprema Corte (Sezione terza, Pres. Amoroso, est. Ramacci, n. 46170 del 3 novembre 2016) ha esaminato il caso della bonifica dei fondali di due moli del golfo di La Spezia ove, secondo l’accusa, […]
Ambiente & Veleni - 27 ottobre 2016

Inquinamento, abusivismo, costi delle opere: per i cittadini ‘gli atti ambientali sono pubblici’

Tutte le informazioni ambientali in possesso della pubblica amministrazione sono pubbliche e non ci possono essere limitazioni all’accesso dei cittadini. Questo principio di enorme importanza, pur essendo sancito da leggi comunitarie ed italiane, spesso viene disatteso nel nostro paese in nome di una presunta “segretezza” degli atti pubblici che, in realtà, nasconde a volte la […]
Inedito, Bauman a Sabina Guzzanti: “La vita si divide in episodi. Perciò non siamo incoraggiati a pensare a lungo termine”
Una ragazza egiziana a un ragazzo europeo: ‘Metto il velo per non sentirmi diversa’

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×