/ / di

Fabio Scacciavillani Fabio Scacciavillani

Fabio Scacciavillani

Chief Economist Fondo d'investimenti dell'Oman

Sono nato a Campobasso nell’ormai lontano 1961. Finito il corso di laurea in Economia e commercio alla Luiss di Roma, sono stato ammesso al programma di Ph.D. in Economia all’Università di Chicago, dove ho anche insegnato alcuni corsi al College e alla Business School. Dopo aver preso il Ph.D. ho lavorato al Fondo monetario internazionale a Washington, alla Banca centrale europea a Francoforte (nel periodo pioneristico in cui è partita l’unione monetaria), a Goldman Sachs a Londra e da qualche anno mi sono trasferito nella Penisola Arabica, approdando prima in Qatar alla Gulf Organization for Industrial Consulting (un’organizzazione internazionale tra paesi del Golfo), poi negli Emirati Arabi Uniti come direttore della Ricerca macroeconomica e statistica al Centro finanziario internazionale di Dubai e infine a Muscat per lavorare al fondo sovrano dell’Oman. Penso sia superfluo sottolineare che ciò che scrivo rispecchia solo mie opinioni personali e non coinvolge in alcun modo l’istituzione per la quale lavoro, o quelle per cui ho lavorato in passato, né contiene informazioni di sorta su investiment passati, presenti o futuri. Nelle mie ricerche e nell’attività professionale mi sono occupato principalmente di tassi di cambio, politica monetaria, riforme strutturali e mercati finanziari. Nonostante manchi dall’Italia da oltre venti anni, non ho mai reciso il cordone ombelicale con il mio paese (contro ogni ragionevolezza), continuando a sperare (contro ogni evidenza) in un suo futuro migliore. Quindi, più che un cervello in fuga (che sarebbe un’esagerazione), direi che (talvolta) mi sento una coscienza in esilio.

Blog di Fabio Scacciavillani

Referendum Costituzionale - 28 novembre 2016

Referendum, la riforma costituzionale di (Du)Cetto La Qualunque

Foto Roberto Monaldo / LaPresse29-08-2014 Roma (Italia)PoliticaPalazzo Chigi - Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi offre il gelato ai giornalisti alla fine del Consiglio dei Ministri ironizzando sulla copertina dell'ultimo numero dell'EconomistNella foto Matteo RenziPhoto Roberto Monaldo / LaPresse29-08-2014 Rome (Italy)Matteo Renzi offers ice cream to all journalists at the end of the Council of MinistersIn the photo Matteo Renzi LaPresseAutorizzazione da richiederemassimo.zanotti@lapresse.itOnly Italy Cavour, Giolitti e Mussolini governarono sostanzialmente con lo stesso sistema costituzionale, ma con leggi elettorali diverse. Fu l’introduzione del suffragio universale (in un paese ad alto tasso di analfabetismo), e il Patto Gentiloni che ne derivò, a cambiare gli assetti politici reali. In poco tempo l’Italia fu spinta verso la Prima Guerra Mondiale, sull’onda delle […]
Economia & Lobby - 14 novembre 2016

Inflazione non fa rima con occupazione

(160504) -- FRANKFURT, May 4, 2016 (Xinhua) -- Photo taken on May 4, 2016 shows a 500 euro banknote in Berlin, Germany. The European Central Bank(ECB) announced on Wednesday it would stop printing and distributing the 500 euro banknote around the end of 2018. (Xinhua/Zhang Fan) Diradatisi i fumi della sbornia mediatica post Trump, e in attesa di apprendere la direzione della politica economica Usa, torniamo a occuparci delle fandonie incistate nelle menti credule. Questo post è dedicato alla Curva di Phillips (The relationship between unemployment and the rate of change of money wages in the UK 1861-1957 – Economica, 1958), cioè […]
Elezioni USA 2016 - 9 novembre 2016

TrumPanic, la Presidenza non è un videogioco

AbacaPress/LaPresseOnly Italy538546 Una delle poche considerazioni profonde che abbia mai sentito profferire da Berlusconi riguarda il fatto che il pubblico va trattato come un ragazzino di 11 anni non troppo sveglio. Il pre-adolescente medio pretende gratificazione immediata, anela a confermare il magma di idee confuse che gli agitano la mente, esecra lo studio, trova ovvio copiare i […]
Elezioni USA 2016 - 7 novembre 2016

Elezioni Usa 2016, chi vince non piglia tutto

Oct 9, 2016; St. Louis, MO, USA; Ryan Delabar walks across the Washington University campus before the second presidential debate at Washington University. Mandatory Credit: Nathan Papes/Springfield News-Leader via USA TODAY NETWORK *** Please Use Credit from Credit Field ***Sipa Usa/LaPresseOnly Italy18627815 Dopo le farse europee umoristicamente definite referendum – da quello di Tsipras sull’austerità in Grecia, a quello di Orban sull’immigrazione, passando per la Brexit e l’indipendenza della Catalogna – le presidenziali americane propongono uno schema comicamente analogo su scala amplificata. Ho vissuto 11 anni in America, tastando umori e rigurgiti acquitrinosi pervasivamente diffusi, ma filtrati e sterilizzati […]
Politica - 2 ottobre 2016

La democrazia non esprime la volontà del popolo

Con la fine dell’estate riparte su questo blog la serie dei post dedicati alle fandonie che concimano le menti credule, predisponendole alla semina di superstizioni contemporanee destinate ad intrecciarsi con quelle medioevali (stantie ma non debellate). Quella di cui ci occupiamo oggi non è la tipica fola per webete vulgaris tipo “i vaccini causano l’autismo”, […]
Scuola - 6 agosto 2016

‘L’Università non può sostituirsi all’impresa’. Parola al prof. Vincenzo Vespri

università la sapienza 675 Questo post contiene un’intervista a Vincenzo Vespri, professore universitario di matematica a Firenze, personaggio atipico nell’accademia italiana, soffocata da tromboni e parentopoli. Domanda: Qual è la percezione dell’opinione pubblica sull’Università italiana? Risposta: i ritornelli più diffusi sono due: a) L’Università, l’alta formazione e la ricerca sono sotto-finanziati. Un paese che vuole rimanere in serie A non può […]
Zonaeuro - 27 giugno 2016

Brexit e crisi esistenziali, il destino dei referendum farsa

brexit_675 Devo ammettere che una vampata di goduria (politica) così intensa non la provavo dai tempi del referedum convocato da quel fenomeno di Tsipras. Essenzialmente il destino ineluttabile dei referendum farsa è di ribaltarsi violentemente contro i demagoghi da strapazzo che li propugnano, pescando nel bacino di ignoranza e paure irrazionali abilmente propagate nell’elettorato. Accadde appunto […]
Zonaeuro - 23 giugno 2016

Sono un liberale europeista convinto. Proprio per questo tifo Brexit

brexit_675 Immagino non sia un mistero per chi segue questo blog che io sia un liberale europeista convinto. Proprio per questa ragione tifo Brexit. L’apparente contraddizione è presto spiegata. I vari governi del Regno Unito succedutisi nei passati  40 anni, all’interno delle istituzioni europee si sono distinti soprattutto per una pertinace azione di sabotaggio. Talora subdola, […]
Economia & Lobby - 28 marzo 2016

La balla dei poveri che diventano sempre più poveri

Per celebrare Pasquetta arriva la terza puntata nella serie dedicata a smontare, dati alla mano, le fandonie più pervicacemente incistate nelle menti credule. I mestatori politici hanno l’esigenza pressante di fornire quantità sempre maggiori di carburante elettorale al motore dello spreco pubblico, spacciato ovviamente per redistribuzione del reddito. Pertanto adottano il metodo più efficace e sbrigativo […]
Diritti - 5 marzo 2016

Utero in affitto: un benvenuto liberale a Tobia Antonio Vendola

Non si è mai appurato se l’utero della madre degli imbecilli sia in affitto. In compenso l’evidenza empirica indurrebbe ad ipotizzare che l’utero della madre dei bigotti sia ampiamente disponibile in usufrutto o in comodato gratuito. Gli effetti (o, se preferite, i danni) collaterali investono persino quegli ambientini chic in cui avventori à la page […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×