/ / di

Enrico Grazzini Enrico Grazzini

Enrico Grazzini

Giornalista economico e saggista

Sono nato a Milano nel 1953. Dopo essermi laureato in Scienze Politiche, ho preso un diploma post-universitario sulle comunicazioni di massa. Ho svolto diverse occupazioni, tra cui l’operaio, il delegato sindacale, il barista, il laureato disoccupato, il ricercatore, il consulente strategico d’azienda, lo scrittore di saggi.

Come giornalista economico, da oltre vent’anni collaboro e ho collaborato a diverse testate, tra cui il Corriere della Sera, il Manifesto, MicroMega, Economiaepolitica, Sbilanciamoci.info, Prima Comunicazione. Mi sono sempre occupato di economia delle comunicazioni e dell’informazione, di Internet, ICT e media. Ma sono anche impegnato sui temi economici e politici.

Come saggista mi occupo soprattutto di economia della condivisione, di beni comuni e di democrazia economica. Ho scritto “Il bene di tutti. L’economia della condivisione per uscire dalla crisi”, Editori Riuniti, 2011, “L’economia della conoscenza oltre il capitalismo”, Codice Edizione, 2008 e “Manifesto per la Democrazia Economica”, Castelvecchi Editore, 2014.

Blog di Enrico Grazzini

Economia & Lobby - 23 maggio 2017

Il reddito di cittadinanza del M5s non basta: per lo sviluppo serve la moneta fiscale

Il reddito minimo a favore dei cittadini in difficoltà è un diritto, e dovrebbe anche essere un dovere per il buon governo e la buona politica. Sono più di 8 milioni gli italiani poveri, dei quali circa 4 milioni e mezzo vivono in condizioni di povertà assoluta, non possono cioè acquistare il minimo indispensabile per […]
Economia & Lobby - 12 maggio 2017

La moneta fiscale va bene, ma non quella proposta sul blog di Grillo

Quella della moneta fiscale – che non è una moneta vera e propria, ma è un titolo pubblico molto liquido (come i Bot e i Btp) che anticipa e rende subito spendibile il valore delle future entrate fiscali – è un’idea formidabile ed efficace per uscire dalla crisi e rilanciare l’economia e l’occupazione. Senza generare […]
Zonaeuro - 13 aprile 2017

Moneta fiscale, una proposta che può farci uscire dalla crisi dell’Eurozona

Lo Stato può creare moneta? Certamente sì. L’economia può crescere solo se c’è moneta: la Cina, per esempio, è cresciuta molto rapidamente non per i soldi raccolti con le tasse o per i prestiti esteri, ma creando moneta ex novo. La domanda infatti traina l’offerta (e non viceversa, come insegna J. M. Keynes). Una società […]
Economia & Lobby - 22 dicembre 2016

Mps e altre crisi, la moneta fiscale può salvare banche e economia

Occorre che il governo emetta nuova moneta fiscale per salvare le banche e rilanciare i redditi, l’industria e l’occupazione. Il governo Gentiloni e il ministro Pier Carlo Padoan si trovano ad affrontare il dossier scottante di Mps e delle altre banche con problemi di ricapitalizzazione, come Popolare di Vicenza, Veneto Banca, Carige, Banca Etruria, CariChieti, […]
Zonaeuro - 5 dicembre 2016

Referendum: e ora, crolla l’economia? Non con la moneta fiscale

Moneta fiscale contro la crisi. C’è il rischio molto concreto che con la splendida vittoria del No al referendum e la caduta del governo Renzi le banche internazionali e i fondi speculativi cominceranno a sfiduciare l’Italia attaccando le banche e il debito pubblico. Una nuova crisi bancaria e finanziaria scatenata dalla speculazione potrebbe anche costringere […]
Economia & Lobby - 21 luglio 2016

Banche, finanziamo la ‘modesta proposta’ di Prodi con la moneta fiscale

Romano Prodi su Il Messaggero (10 luglio 2016) ha proposto la creazione di un fondo di proprietà pubblica o mista per risolvere i problemi sociali ed economici delle famiglie e contemporaneamente i problemi delle sofferenze bancarie. La mia proposta è che questo progetto venga finanziato con “moneta fiscale”. Per moneta fiscale si intende un titolo di Stato denominato […]
Economia & Lobby - 1 luglio 2016

Banche, una soluzione (pubblica) per uscire dalla crisi

Per salvare il sistema bancario nazionale ed eventualmente nazionalizzare qualche istituto in crisi, la Cassa Depositi e Prestiti potrebbe raccogliere ingenti risorse a basso costo sul mercato grazie alla moneta fiscale. Il sistema bancario italiano è da tempo l’oggetto privilegiato della speculazione al ribasso. E’ gravato da 360 miliardi di prestiti a rischio dovuti non […]
Economia & Lobby - 8 gennaio 2016

Cassa depositi e prestiti potrebbe salvare il risparmio e le banche

Se il governo Renzi vuole salvarsi dall’ennesimo attacco all’economia italiana che viene da Berlino e da Bruxelles deve puntare sulla Cassa Depositi e Prestiti per nazionalizzare una grande banca e consentire l’emissione di decine di miliardi di obbligazioni Cdp garantite dal valore fiscale. L’attacco tedesco è esplicito. Il sogno del governo tedesco guidato dalla democristiana […]
Economia & Lobby - 9 novembre 2015

Telecom Italia, Cassa Depositi e Prestiti potrebbe salvarla da operatori stranieri

La Cassa Depositi e Prestiti potrebbe controllare Telecom Italia grazie all’emissione di nuove obbligazioni con valore fiscale. Stiamo assistendo a un disastro annunciato di una privatizzazione fallita: la storia di Telecom Italia, contesa da due finanzieri francesi (Vincent Bollore e Xavier Niel) è l’esempio perfetto del declino dell’Italia industriale, così ben descritto e profetizzato dal […]
Economia & Lobby - 16 giugno 2015

Cassa Depositi e Prestiti, perché non emettere un titolo-moneta per risollevare l’economia?

Il governo di Matteo Renzi vuole cambiare i vertici della Cassa Depositi e Prestiti e conquistare un potere fondamentale. Ma potrebbe affidare a questa società finanziaria pubblica un compito nobile: quello di creare moneta, e quindi salvare l’economia italiana che ha bisogno di ossigeno monetario e creditizio. La Cassa è l’unica grande holding finanziaria pubblica […]
Conti pubblici, Prodi: “Imu per i più ricchi? Alle urne non paga, ma se non si reintroduce si finisce male”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×