/ / di

Amalia Signorelli Amalia Signorelli

Amalia Signorelli

Antropologa

Sono nata a Roma. Ho insegnato nelle Università di Urbino, Napoli e Roma, più alcune Università straniere, dove sono stata invitata. Il mio mestiere è antropologa. Più precisamente, antropologa culturale. Come tale, da sola o partecipando a gruppi, ho fatto molte ricerche: sui processi di modernizzazione dell’Italia meridionale, sulle migrazioni, sulla condizione femminile, sulle culture urbane. Tra i miei libri, il più attuale, anche se non il più recente, è del 1983: si chiama Chi può e chi aspetta. Giovani e clientelismo in un’area interna del Mezzogiorno (Liguori,Napoli) e dimostra che già a quella data era possibile prevedere lo sfascio politico-istituzionale in cui siamo piombati qui in Italia. Infatti il mio problema ora è capire perché la nostra classe dirigente prende sistematicamente decisioni i cui nefasti effetti sono largamente prevedibili; e perché gli italiani continuano a lasciarglielo fare. Una questione di mentalità, penso: e dunque un oggetto preferenziale per l’antropologia culturale.

Sono piuttosto anziana, ho tre figli e tre nipoti. Fare la mamma e la nonna mi piace e mi è sempre piaciuto quanto fare l’antropologa.

Post di Amalia Signorelli

Società - 22 febbraio 2016

Unioni civili, a proposito di cosa sia o non sia ‘contro natura’

Assenze in aula, ingiurie, insulti, turpiloquio, urla e aggressioni verbali di eccezionale brutalità non sono purtroppo sconosciute ai parlamentari italiani. Ma nel caso della legge sulle unioni civili la situazione si è appesantita sino a essere insopportabile a causa della disonestà intellettuale di molti, delle reazioni isteriche di altri e della vera o finta, ma […]
Lavoro & Precari - 2 dicembre 2015

Poletti: il problema è il lavoro, non la laurea

I responsabili del governo dell’Italia ci esortano continuamente a trasformare le scuole di ogni ordine e grado in cosiddetti centri di eccellenza; poi quando le scuole eccellenti già esistono, non ne riconoscono la qualità e non le sostengono finanziariamente; infine di recente il ministro Poletti ha esortato gli studenti italiani a laurearsi il più in fretta […]
Società - 20 novembre 2015

Attentati Parigi: Boulevard Voltaire

Un caso, certo, ma un caso amaro, macabro ha voluto che le vittime di Parigi fossero massacrate dai fanatici integralisti dell’Is proprio nei pressi del Boulevard intitolato a Voltaire, al maestro della tolleranza, al filosofo simbolo di quella filosofia basata sui lumi della ragione, che è il più bel regalo che la Francia ha fatto all’Europa […]
Diritti - 29 agosto 2015

Migrazioni e muri, abbiamo il dovere di fare

Vorrei suggerire all’onorevole Matteo Salvini e a tutti coloro che condividono le sue idee, una passeggiata e due  riflessioni. La passeggiata  comincia a Piazzale Flaminio a Roma, prosegue per la salita detta Muro Torto, poi  continua nel lungo tratto pianeggiante chiamato Corso d’Italia e, superata piazza Fiume, si conclude a piazzale Porta Pia.  Alla fine […]
Lavoro & Precari - 12 agosto 2015

Giovani: lavorare a Ferragosto? Meglio godersi le vacanze

Alcune notizie apparse sui giornali di agosto inducono perplessità. Operai occupati che si rifiutano di fare straordinari il giorno di Ferragosto; giovani disoccupati che accetterebbero un lavoro a patto che abbia inizio a settembre, perché “prima vogliono farsi le vacanze”. Avevano ragione allora tutti coloro, Fornero in primis, che hanno accusato i giovani italiani di […]
Scuola - 26 giugno 2015

Scuola, la riforma di destra

Senato - ddl Scuola A mio modo di vedere la cosiddetta riforma della scuola è, tra le ‘belle’ innovazioni partorite da Renzi e dal suo governo, la più carica di conseguenze nefaste per l’Italia. Due premesse: al di là delle rituali giaculatorie sull’importanza della scuola, rimane il fatto che l’istruzione di massa è il più potente strumento di autoriproduzione […]
Scuola - 12 maggio 2015

La scuola e gli insegnanti secondo il Pd

Per la ministra Maria Elena Boschi, le insegnanti e gli insegnanti italiani di ogni ordine e grado del sistema scolastico, sono dei poveretti incapaci di intendere e di volere, dei burattini manovrati dai sindacati. Per il sottosegretario Faraone sono anche dei semideficienti incapaci di capire il valore innovativo e costruttivo della proposta di legge nota […]
Società - 23 aprile 2015

Naufragi e Liberazione: la culla della civiltà

Sbarco migranti, l'arrivo al porto di Augusta Dopo un lungo silenzio, di cui mi scuso, riprendo a scrivere su questo blog, sollecitata dalla vicinanza, quasi coincidenza temporale di due eventi che, per loro natura, sembrano invece molto lontani tra loro: la strage di africani annegati al largo delle coste libiche domenica scorsa; e il 70° anniversario della Liberazione sabato prossimo. Non sono […]
Società - 20 gennaio 2015

Charlie, Papa Francesco, la fede e i pugni

Voler capire le ragioni dell’altro non significa giudicarle positive né volerle far proprie. Su questo punto credo di non essere stata sufficientemente chiara nel mio ultimo post, perché più d’un lettore lo ha interpretato come una dichiarazione di sostegno agli autori della strage di Parigi. La mia domanda era (ed è): perché ci sono persone […]
Società - 9 gennaio 2015

Charlie Hebdo, coltiviamo consapevolezza

Sono un’atea, un’atea convinta non per motivazioni viscerali, ma per ragioni di ordine teologico, morale, economico, politico, storico. Sono convinta che libertà di stampa e libertà di satira sono sacrosante e irrinunciabili; e che l’assassinio è inaccettabile. Detto e ribadito con forza tutto questo, resto preoccupata per il fatto che neppure una vicenda della gravità […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×