Lo scorso 2 dicembre, appena due giorni prima del referendum costituzionale che avrebbe bocciato la riforma renziana sulla Costituzione, Amalia Signorelli aveva partecipato alla serata organizzata dal Fatto Quotidiano al teatro Italia, in Roma, per sostenere un forte “No” al quesito. Questo il suo intervento.   Io voterò “No” perché siamo chiamati a dare un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Amalia Signorelli, l’antropologa al servizio della Carta Costituzionale

prev
Articolo Successivo

Il complotto logora chi lo vede

next