La seconda tappa del Tour è stata segnata da una caduta, causata dall’asfalto reso viscido dalla pioggia ed ‘inaugurata’ da Tiago Machado (Katusha), quando mancavano circa 30 km al traguardo e che ha coinvolto circa una ventina di corridori. Tra di loro gli azzurri Damiano Caruso e Diego Ulissi, oltre al campione in carica Chris Froome (Sky) e al francese Romain Bardet (AG2R), che si sono rialzati per poi ripartire dopo aver cambiato la bicicletta. Tanti brividi ma fortunatamente nessuna conseguenza.