A Parma i sondaggi danno in largo vantaggio Federico Pizzarotti, ex M5S, che si ricandida a sindaco con la lista civica Effetto Parma. “Abbiamo lavorato nell’interesse della città e i risultati si vedono, per questo siamo fiduciosi: le persone contano più dei simboli”, dichiara Pizzarotti. Il Movimento gli oppone Daniele Ghirarduzzi, ex sindacalista, sessantenne, avvicinatosi ai pentastellati nel 2012. “Pizzarotti ha tradito i principi del M5S, fa parte del sistema come gli altri partiti, con questa nostra lista ora ripartiamo da zero e facciamo sul serio”, spiega Ghirarduzzi. Dai problemi della città al destino dell’Euro, dalla democrazia diretta ai migranti, i due hanno opinioni diverse praticamente su tutto, compreso il vincolo dei due mandati. Pizzarotti non esclude altre esperienze nelle istituzioni dopo l’eventuale secondo lustro da sindaco. Lo sfidante vede nel limite dei due mandati un filtro indispensabile contro i “professionisti della politica”. Nel video il confronto a distanza fra i due   di Piero Ricca, riprese e montaggio Alessandro Sarcinelli