Un campione che omaggia due campioni. Valentino Rossi al Mugello dove si correrà Gp d’Italia ha svelato il nuovo disegno sulla livrea del casco. La dedica del Dottore è per il capitano della Roma, Francesco Totti, che ha giocato la sua ultima partita in giallorosso, e la sua famosa frase prima di calciare un rigore: “Mo je faccio er cucchiaio”, con un Rossi stilizzato in maglia azzurra con il numero 46 e il pallone da calcio in mano. Ma Rossi ha anche rivolto un pensiero a Nicky Hayden, il pilota scomparso il 22 maggio dopo un incidente in bicicletta, con il suo numero 69 affiancato al celebre 46, per un 469 posizionato sui due lati della mentoniera.  Anche Andrea Iannone si è presentato al circuito del Mugello con un casco speciale interamente dedicato a Nicky Hayden. “Dedicato a te! Addio Nicky”, ha scritto su Twitter il pilota Suzuki. Sull’elmetto si vedono un cielo azzurro e il nome del collega americano, oltre alla bandiera Usa che incrocia quella italiana sul retro.

“Il casco? È un omaggio a Totti perché è stato uno degli sportivi più importanti d’Italia ed è stato anche uno dei miei idoli, quindi era doveroso” ha detto Rossi, spiegando il disegno sul casco. “Domenica eravamo a casa mia insieme ai miei amici ed io tutto storto nel lettino e mi prendevano in giro, dicendo, domenica gli fai il cucchiaio, riprendendo il cucchiaio di Totti agli Europei”, ha spiegato Rossi a Sky. “Quando lo darò a Totti? Non so se lo darò a lui, ma volentieri”, ha aggiunto il ‘Dottore’, che ha poi spiegato anche l’omaggio ad Hayden. “Poi insieme ad Aldo e Davide abbiamo fatto un marchio, molto bello, per ricordare Nicky, anche il ricordo a lui era assolutamente doveroso”.

Rossi è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere. Sul circuito del Mugello il Dottore ha fermato il cronometro su 1’46.543, precedendo di 322 millesimi Marc Marquez su Honda e di 368 Jorge Lorenzo su Ducati. Quarto tempo per Alvaro bautista, mentre l’altra Yamaha di Maverick Vinales si è piazzata quinta staccata di 429 millesimi da Rossi. Tra gli altri italiani settimo tempo per Michele Pirro, Andrea Dovizioso è subito dietro staccato di 577 millesimi.