“La gratuità dei vaccini è più importante dell’obbligatorietà”. Mentre continuano le polemiche sul tema vaccini, a far discutere è la frase del deputato M5s Alessandro Di Battista che, intervenendo ieri sera a Piazzapulita su La7, ha dichiarato: “Se vuoi ampliare la fascia delle persone che si vaccinano, la gratuità del vaccino è più importante dell’obbligatorietà del vaccino stesso. Quindi vogliamo il vaccino gratuito”. La ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha replicato su Twitter poco dopo: “Volevo informarvi che con il Piano nazionale vaccini in Italia i vaccini sono già gratuiti”.

Solo ieri, la ministra aveva dichiarato di aver pronto un progetto di legge per introdurre l’obbligatorietà dei vaccini come condizione per l’iscrizione scolastica, inserendo quindi anche le vaccinazioni per meningococco, pneumococco e varicella. L’annuncio è stato smentito da Palazzo Chigi che in una nota ha specificato che non è previsto, almeno per oggi, nessun testo in discussione nel prossimo consiglio dei ministri. Sul tema si è espressa anche la ministra all’Istruzione Valeria Fedeli dicendo che, al contempo, “è necessario garantire il diritto all’istruzione”.

All’attacco contro il deputato M5s il Partito democratico. “Di Battista propone i vaccini gratuiti in tv”, ha scritto su Facebook la deputata dem Giuditta Pini. “I vaccini in Italia sono garantiti dal 1939, ma alcuni dei nuovi vaccini erano stati sottoposti al pagamento del ticket negli ultimi anni. Abbiamo abolito il ticket per tutti i vaccini e li abbiamo resi gratuiti per i nuovi nati con la stabilità 2017. Di Battista non lo sa perché quel giorno era assente. Il Movimento 5 stelle ha votato contro quella manovra. #bravimabasta”. A sottoscrivere il commento è stato lo stesso segretario Pd Matteo Renzi che, sempre sui social network, ha scritto: “Molto fiero del lavoro dei parlamentari del Pd come Giuditta Pini. E molto fiero del lavoro fatto per la Legge di Bilancio 2017, l’ultimo atto di governo dei #millegiorni. Il tempo smonterà una per una tutte le bugie e le falsità che ci hanno tirato addosso. Noi senza rabbia mettiamo al centro i bisogni degli italiani, non le polemiche di chi sta in Parlamento ma non ha tempo per seguire le leggi approvate. Brava Giuditta, avanti insieme”.