Sono sicuro che già dal titolo molti lettori si sono spaventati. E invece è più semplice di quanto si possa immaginare, il calcolo mentale può essere interpretato come un gioco ed è pure divertente. Naturalmente dipende dal livello in cui lo si pratica. È anche una disciplina delle Mind sports olympiad, una manifestazione che si tiene tutti gli anni a Londra e che propone competizioni di oltre 60 diversi giochi e discipline mentali. Voglio segnalare che la partecipazione è aperta a tutti e non ci sono selezioni da superare, che si gioca per il piacere di giocare, che si compete per le medaglie e non per denaro, che la quota di iscrizione è accessibile e che l’atmosfera è amichevole.

In forma sperimentale, il calcolo mentale comincia a fare capolino anche in Italia, grazie alla lungimiranza di Kangourou Italia, che ogni anno fa giocare con la Matematica 70.000 ragazzi, dalle elementari alle superiori. E quest’anno ha messo in cantiere anche una gara sperimentale proprio di calcolo mentale. Qui le selezioni ci sono e l’ultima si terrà la sera di domenica 7 maggio a Cervia. Le finali saranno il mattino successivo. Nel sito ci sono dei test di prova (non troppo difficili) per ciascuna delle tre categorie (medie, superiori, adulti) e se siete fortunati potete trovare ancora qualche posto disponibile. Non è possibile spiegare il calcolo mentale in un articolo, ma qualche trucchetto ve lo posso raccontare.