Stasera su La7 una nuova #maratonamentana, in diretta questa volta dal Festival del giornalismo di Perugia. “È un po’ imbarazzante parlare di qualcosa che parzialmente porta il tuo nome”, sorride il direttore del Tg di La7. “Mette insieme una serie di talenti che sono anche i miei: un po’ sprinter e un po’ maratoneta. Uomo di informazione ma anche uno a cui piace indulgere a fare le battute”. Tra gli hashtag più popolari di questi anni ci sono #webete e #maratonamentana. E pensare che su Twitter, Enrico Mentana non ha neanche un account. “Il primo era in una risposta a una persona su Facebook e non lo rivendico”, spiega il giornalista. “E comunque è diventato ora il modo di definire una serie di parassiti del web”. E #maratonamentana? “Mi hanno raccontato che dall’amministrazione Trump hanno cominciato a monitorare cosa stesse succedendo su La7 durante la notte delle elezioni perché #maratonamentana era trending topic mondiale. Immagino la demoralizzazione, quando hanno capito di cosa si trattava”