E’ stata colpita da una pallottola mentre era a passeggio con il papà. E’ successo nel centro storico di Napoli, in via Annunziata, zona Forcella. Intorno a mezzogiorno sono stati sparati colpi d’arma da fuoco, nel mercato della Duchessa e della Maddalena vicino a piazza Garibaldi, dove è forte la presenza di ambulanti extracomunitari. Tra le persone si è scatenato il panico e la piccola è stata ferita al piede destro. Oltre a lei sono stati colpiti tre venditori senegalesi, probabilmente uno di loro era il vero obiettivo di chi ha sparato. Secondo una prima ipotesi investigativa, infatti, si sarebbe trattato di un raid punitivo legato al pizzo

In mattinata – come si apprende da fonti investigative – ci sarebbe stato un primo confronto tra un giovane esattore di un clan locale e il titolare di una bancarella che si sarebbe rifiuto di pagare. A quel punto il ragazzo sarebbe tornato con un commando di quattro o cinque persone, sembra armate di bastoni. Ma in difesa dell’ambulante senegalese si sono schierati altri extracomunitari. A quel punto qualcuno del clan ha estratto una pistola di piccolo calibro ha fatto fuoco.

Fortunatamente la bambina, che si trovava a passare per caso col papà commerciante, non è in pericolo di vita. E’ stata subito portata al pronto soccorso e da lì è stata ricoverata nel reparto di Chirurgia dell’ospedale Santobono, dove i medici l’hanno operata per toglierle il proiettile dal piede. Le sue condizioni sono giudicate abbastanza buone. I tre cittadini senegalesi sono invece stati portati all’ospedale Loreto mare. Hanno 36, 38 e 32 anni. I primi due sono stati feriti lievemente da alcune schegge. Il terzo, che comunque non è in pericolo di vita, è stato ferito in maniera più seria da un colpo d’arma da fuoco. Sul luogo del raid, intanto, è arrivata la polizia scientifica, ma al momento non sono stati rinvenuti né proiettili né macchie di sangue. La polizia sta controllando le telecamere della zona.