“È la prima volta che una manifestazione di migranti e richiedenti asilo viene ascoltata da un Prefetto, che ha deciso di parlare con una delegazione degli ospiti dell’Hub di Bresso”. Come raccontano i volontari dello sportello solidale rifugiati e migranti di Ri-male, spazio di mutuo soccorso a pochi passi dal centro militarizzato, la vera vittoria della protesta di giovedì pomeriggio di fronte alla Prefettura di Milano è stata quella di avere strappato al prefetto meneghino Alessandro Marangoni “la promessa che leggerà il dossier e verificherà tutti i punti che abbiamo scritto”, continua Marie Moise di Ri-make. Sono più di 500 i migranti che hanno partecipato al corteo: “Solidarietà” e “documenti”, le grida che si alzano dalla folla. Poi, ecco arrivare gli ospiti dell’Hub di Bresso: “La struttura è sovraffollata e le attese per ottenere i documenti troppo lunghe” (come avevamo raccontato in QUESTO VIDEO). Ma anche “docce fredde e servizi igienici non sufficienti“, continua Riccardo Tromba di Naga onlus sotto una pioggia incessante. Attorno a lui, una folla di migranti che urlano sotto le finestre della Prefettura. “Non ricordo di avere mai visto una manifestazione di questo tipo a Milano”, chiude Tromba