Una Luna così vicina alla Terra la vedremo soltanto tra 18 anni, il 25 novembre 2034. E non si tratta solo della Luna più vicina del 2016, ma anche quella più grande del 21° secolo. Nella notte tra il 14 e il 15 novembre spunta la ‘Superluna’, la più grande e luminosa degli ultimi 68 anni. Perché quando sarà nella fase di plenilunio in contemporanea si troverà nel perigeo della sua orbita, ovvero nel punto più vicino alla Terra, esattamente a 356.410 chilometri da noi. Ci sembrerà il 14% più grande e ben il 30% più luminosa rispetto a tutte le altre lune piene. Secondo i tecnici della Nasa la Luna diventerà piena circa due ore dopo il suo passaggio nel perigeo. Secondo gli ultimi aggiornamenti previsionali sarà possibile vederla al Nord e Toscana, mentre su medio Adriatico, Sud e Isole molto probabilmente ci saranno nubi e piogge.

Sopra lo streaming del Mirror per seguire la diretta della Superluna, mentre per chi volesse vederla ‘dal vivo’  è possibile unirsi agli appassionati che si incontreranno a Napoli, all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) che in collaborazione con l’Unione Astrofili Napoletani (Uan) organizza una serata di apertura speciale al pubblico. “Ci saranno le condizioni ideali per foto notturne, il mio consiglio è quello di cercare monumenti archeologici”, ha spiegato Silvio Eugeni, presidente del Centro Nazionale Astroricercatori indipendenti (Cnai).