Una forte ondata di maltempo si è abbattuta nel sud-est del Brasile, colpendo anche la strutture olimpiche di Rio 2016. A Marina della Gloria, una rampa costruita per permettere agli atleti di accedere all’acqua, da cui partiranno gli eventi delle gare di vela, ha ceduto parzialmente sotto i colpi di forti raffiche di vento e onde violente. Gli organizzatori hanno fatto sapere che la società responsabile dei lavori sta ispezionando la struttura e verificando i danni, ma non sono in grado di stimare quanto tempo ci vorrà a ripararla, né se sarà pronta per l’inizio delle gare.

A cinque giorni all’avvio delle Olimpiadi, l’incidente solleva dubbi sulla qualità delle degli edifici costruiti appositamente per l’evento. Anche la spiaggia di Copacabana è stata colpita dalle intemperie, qui la marea ha raggiunto gli studi televisivi appositamente realizzati sulla spiaggia. E’ stato costruito un argine in ferro battuto per far sì che le onde non vadano ad infrangersi sulle strutture. E delle barriere di sabbia sono state innalzate per proteggere l’adiacente arena di beach volley. Lo scorso aprile una nuova pista ciclabile sopraelevata è crollata in mare uccidendo due persone, portando a un’interrogazione parlamentare sugli standard qualitativi e le norme delle strutture a Rio.