Lo Stato di Rio de Janeiro ha dichiarato lo stato di emergenza finanziario per richiedere fondi federali in modo che lo Stato possa adempiere ai propri obblighi per i servizi pubblici in occasione delle Olimpiadi. L’annuncio è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Nella città, che aspetta circa 500mila visitatori stranieri durante i Giochi Olimpici che si apriranno il 5 agosto, sono necessarie misure di emergenza per evitare “un crollo totale in settori come sicurezza pubblica, sanità, istruzione, trasporti e gestione ambientale“, si legge sul decreto. Le entrate dello Stato sono diminuite negli ultimi due anni con il crollo dei prezzi mondiali del petrolio.  Le autorità locali potranno contare su un “assegno in bianco” di tre mesi che consente l’erogazione di fondi da parte del governo federale senza l’approvazione dell’Assemblea nazionale.