Sette vigili del fuoco sono rimasti ustionati, due poliziotti e un carabiniere intossicati, mentre un altro militare ha riportato una lussazione a una spalla. Tutto è accaduto durante le operazioni di spegnimento di un incendio scoppiato alla fabbrica chimica Darmek nell’area industriale di Scarmagno, in provincia di Torino. Quattordici persone sono state inoltre ricoverate in ospedale, dove sono state curate e successivamente dimesse. Intorno alle 8 della mattina l’incendio era stato spento quasi del tutto, anche se proseguivano le operazioni di controllo di eventuali piccoli focolai sotto le macerie e nello ‘smassamento’. Le cause dell’incidente – un testimone ha riferito di avere udito tre-quattro esplosioni in serie prima che si sviluppassero le fiamme – sono ancora da accertare. Feriti lievemente anche tre abitanti del posto.

Il rogo è stato accompagnato da un’esplosione: all’interno dello stabile, in quel momento, non c’era nessuno. Due pompieri, più gravi, sono stati portati all’ospedale Cto di Torino, specializzato in gravi traumi e ustioni, gli altri tre a Ivrea, dove è stato medicato anche il militare, per una lussazione ad una spalla. Il tetto e i muri della fabbrica sono stati sventrati dall’esplosione.

(Nella foto un fotogramma del video postato su facebook dal giornale Quotidiano del Canavese)