E’ morta dopo essere precipitata dal primo piano dell’hotel Ibis di Cardano al Campo (Varese), vicino all’aeroporto di Malpensa. La vittima è una turista coreana di 47 anni che si trovava nella struttura insieme a una comitiva di connazionali e divideva la stanza con il marito. La tragedia è avvenuta nella serata di mercoledì 18 maggio. Al momento nessuna ipotesi viene scartata.

Questa mattina (giovedì 19 maggio) è stato interrogato dai carabinieri il marito. Che, all’arrivo dei soccorritori e delle forze dell’ordine, sarebbe stato trovato in stato di ubriachezza. Da quanto si è saputo per ora non sarebbero stati emessi provvedimenti a carico dell’uomo e sono in corso accertamenti per ricostruire la dinamica. I carabinieri di Varese e Gallarate e il procuratore di Busto Arsizio, Gianluigi Fontana, hanno effettuato anche un sopralluogo all’interno della struttura. La donna è caduta dal piano dove si trova la stanza in cui alloggiava. Da un primo esame sarebbero emersi sul corpo solo traumi compatibili con la caduta. E’ stato inoltre reso noto che la donna non è precipitata dall’ultimo piano, come riferito in un primo momento, ma dal primo, sul lato però che affaccia sulla rampa sotterranea dei garage.

Per tutto il giorno sono stati sentiti i clienti e il personale dell’albergo. “Per tutta la notte c’è stata una gran confusione, ieri sera ho assistito all’intervento dei soccorritori e subito si è diffusa la voce che era morta una donna”, ha raccontato uno degli ospiti, un portoghese in viaggio in Italia. Il cliente ha riferito che ieri era arrivata in albergo una comitiva di turisti asiatici, sembra a causa della soppressione di un volo all’aeroporto di Malpensa e probabilmente la donna faceva parte del gruppo. Nessuna dichiarazione da parte del personale. “Ci sono indagini in corso – spiegano i responsabili dell’hotel – non possiamo dire nulla”.