La Giornata Nazionale dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm) quest’anno è dedicata alla promozione della mobilità sul territorio italiano e all’inclusione sociale. Per la più grande associazione italiana di persone con distrofia muscolare “il diritto alla mobilità è un fondamento su cui costruire l’accesso ai servizi, in particolare alla cura e alle prestazioni medico-socio-sanitarie, la possibilità di lavorare, di recarsi a scuola, praticare uno sport e partecipare a semplici attività di tempo libero, vivendo una vita di relazione”. Dal 14 al 27 marzo 2016 le settanta Sezioni provinciali della Uildm saranno presenti con banchetti informativi nelle piazze delle principali città italiane per offrire un gadget tutto nuovo per l’associazione: la tavoletta di cioccolato della Uildm in due versioni, una al latte e l’altra fondente, il cui acquisto contribuirà a sostenere la campagna associativa. “Siamo fermi solo nella volontà di muoverci” è lo slogan che accompagna il progetto.

Infografica UILDMI fondi raccolti quest’anno saranno destinati all’acquisto di automezzi attrezzati e completamente accessibili a persone con distrofia muscolare con l’obiettivo di favorirne i trasporti e garantire i servizi offerti dalla Uildm, di cui usufruiscono ogni anno 20mila donne e uomini. Promuovere la mobilità sul territorio e nel tessuto sociale – favorendo l’inclusione – ha una importanza essenziale perché significa mettere la persona con disabilità nella condizione di potersi spostare con facilità, sostenendo così forme di autonomia e di vita indipendente. Nel 2016, inoltre, l’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare festeggia 55 anni di vita, di lotta contro le malattie neuromuscolari e a favore della ricerca e dei diritti dei disabili, a prescindere dalla patologia. A supporto dell’evento anche i partner dell’associazione AVIS, Cittadinanzattiva e Fondazione Telethon, che daranno il loro contributo per la diffusione del messaggio; insieme a loro RaiLa7, e molte altre reti televisive e radiofoniche nazionali e locali daranno visibilità alla Giornata.

“Sono stati decenni segnati da dure battaglie – dichiara il presidente nazionale Uildm Luigi Querini  e conflitti culturali che hanno sviluppato politiche legate all’abbattimento delle barriere culturali, architettoniche e alla mobilità delle persone con disabilità. Anni di scontri, per far capire che una persona in carrozzina ha il diritto di muoversi in piena autonomia e indipendenza, e per raggiungere questo obiettivo deve essere abbattuto qualsiasi ostacolo. Festeggeremo, quindi, i 55 anni con la forte consapevolezza che ognuno è chiamato a fare la propria parte per rendere più libere le persone con disabilità”. Tutto ciò, a garanzia di una migliore qualità della vita, molte volte trascurata dall’impossibilità di muoversi e dalla solitudine che ne consegue, e per una piena realizzazione della persona.

“La Giornata Nazionale 2016 – dichiara Carlo Fiori, consigliere dell’organizzazione con delega al progetto – sarà molto significativa anche per il nostro percorso intrapreso negli ultimi anni, che ci vede tutti impegnati per renderla sempre più forte e vicina alle persone. Ringrazio fin d’ora le nostre Sezioni locali, i volontari e tutti gli amici che ci sostengono per il grandissimo impegno che stanno mettendo in campo per la migliore riuscita dell’iniziativa”. A sostegno della Uildm torna la partnership con la Feltrinelli, che ha riconfermato la fiducia nell’Associazione e che distribuirà presso i propri punti vendita oltre 70mila segnalibri personalizzati.