Luca de Meo, responsabile vendite e marketing dell’Audi, è stato insignito del grado di “Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana”. Il titolo è conferito dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ma a consegnare l’onoreficienza, ieri, è stato l’ambasciatore Pietro Benassi: “È il riconoscimento dell’Italia”, ha detto, “non solo per i suoi meriti nel rafforzamento della collaborazione italo-tedesca in un settore portante delle relazioni bilaterali tra i due Paesi, ma anche per il suo impegno a sostegno della promozione di iniziative di grande valenza socio-culturale per la collettività italiana in Germania”.

Secondo il comunicato ufficiale della casa, “la decisione di produrre il nuovo Suv Lamborghini in Italia è stata sostenuta personalmente e con forza da de Meo nei colloqui intercorsi con il Governo italiano e ciò ha permesso di creare 500 nuovi posti di lavoro a Sant’Agata Bolognese”. Complessivamente, dice la Casa, oggi “le consociate e concessionarie italiane del gruppo Audi contano oltre 14.000 collaboratori” e “il gruppo Audi rientra tra le 25 principali aziende datrici di lavoro del Paese”.

De Meo, 48 anni, è nato a Milano e, dopo esperienze in Renault, Toyota e Fiat, è entrato nel gruppo Volkswagen nel 2009, diventando capo del marketing del gruppo nel 2010. Dal 2012, è passato in Audi, dove è responsabile per le vendite e il marketing. Inoltre de Meo fa parte del consiglio di amministrazione della Lamborghini, della Ducati ed è presidente del cda di Volkswagen Group Italia.

Nella foto, da sinistra, Pietro Benassi (ambasciatore italiano in Germania), Luca de Meo e Filippo Scammacca del Murgo e dell’Agnone (console generale della Repubblica Italiana).