Sarebbero almeno sei i morti nell’attacco di un commando di kamikaze talebani al Parlamento afghano a Kabul. Secondo Tolo tv ci sono state almeno 10 esplosioni, di cui una all’interno della Camera, nella quale era in corso una sessione riguardante la ratifica della nomina del nuovo ministro della Difesa, trasmessa in diretta tv. Secondo Abdul Rahman Rahimi, capo della polizia di Kabul, le esplosioni sono state almeno sette. Il ministero della Salute fa sapere che le esplosioni hanno causato anche 25 feriti, mentre per Tolo tv sarebbero 21. L’attacco è stato rivendicato dai talebani. In un tweet il portavoce degli insorti, Zabihullah Mujahid, ha indicato che l’azione è opera di “un gruppo di kamikaze”.

Il ministro dell’Interno ha dichiarato che gli attentatori, sei in tutto, sono “stati uccisi dalle forze di sicurezza”. Dopo l’attentato, il commando è nascosto in un palazzo vicino e ha iniziato uno scontro a fuoco con la polizia. Secondo al-Jazeera, alcuni parlamentari sono riusciti a uscire dall’edificio, mentre altri sarebbero rimasti intrappolati all’interno. “È stata un’esplosione enorme – racconta il deputato Shukria Barekzai – che ha fatto tremare l’edificio e mandato le finestre in frantumi. Adesso ci troviamo in un posto sicuro”.