Il senatore berlusconiano Antonio Razzi ne ha combinata un’altra delle sue. Questa mattina, per augurare ai suoi ‘fenz‘ una buona Pasquetta, ha pubblicato un tweet con uno strafalcione che non poteva passare inosservato. Alle 9.44 del 6 aprile, forse ancora in preda al torpore del risveglio, ha lanciato urbi et orbi il suo augurio: “Buona Pascuetta!“. Così, quello che ne è seguito sul profilo @senantoniorazzi, è una sequela di reazioni irriverenti e divertenti a cui spesso (e volentieri) lo stesso senatore ha risposto dimostrando una certa autoironia.

Chi gli chiede: “Ha squola come andava senatore?”, chi lo ricambia con un “Crazie” o con un “Anco e puro a te”, chi lo apostrofa con un “Senatò alla Cepu fanno gli sconti… comunque buon Lunetì dell’Ancelo“, altri si limitano a tributargli le dovute lodi: “Il migliore in assoluto” o “Hai vinto”. Non mancano, ovviamente gli insulti, più o meno garbati, da parte di chi si sente poco rappresentato “Che amarezza“.