“Via a calci!”. Luigi Di Maio, membro del direttorio del Movimento 5 stelle si è espresso così, su Facebook, su un’eventuale visita elettorale in Campania di Renzi e Alfano. Il vicepresidente della Camera, nato ad Avellino, ha criticato il governo per aver tagliato, con il decreto Milleproroghe, “9,7 milioni di euro per la sorveglianza della Terra dei Fuochi, trasferendoli all’Expo di Milano. Quei soldi – si legge nel post – dovevano servire anche per l’utilizzo di nuovi droni di sorveglianza contro i roghi tossici”.

Quindi “l’invito” al premier e al suo vice: “In Campania a maggio ci sono le elezioni regionali. Dite pure a Renzi ed Alfano di venire a fare campagna elettorale da queste parti. Gli sapremo dare l’accoglienza che meritano”.

Il messaggio si riferisce all’approvazione, da parte della Commissione Difesa, della risoluzione che prevede l’uso dei droni per pattugliare la Terra dei Fuochi. “Con il Milleproroghe – secondo i cinque stelle – si toglie ogni riserva finanziaria per questa sperimentazione, di fatto rinviandola al 2016. Riteniamo questo un fatto grave e un regalo indiretto alla camorra”.

Il post di Di Maio ha riscosso un grosso successo tra i suoi seguaci sul social network, ottenendo 12mila like e oltre 4mila condivisioni, con un lungo elenco di messaggi a sostegno della provocazione del giovane deputato grillino.