Un approccio innovativo e multidisciplinare per illustrare in un modo divulgativo e coinvolgente, che possa interessare tanto gli esperti quanto i semplici curiosi, l’universo che ruota intorno al cibo. È questa la formula di “FOOD – La scienza dai semi al piatto”, mostra che ha aperto i battenti lo scorso 28 novembre e che resterà aperta fino al 28 giugno 2015 al Museo di Storia Naturale di Milano. Sette mesi nei quali quest’esposizione farà dapprima da preludio e poi da naturale integrazione al grande evento milanese del 2015: l’Expo dedicato all’alimentazione e il cui slogan è, non a caso, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

E FOOD, proponendosi di indagare scientificamente il mondo del cibo con però anche uno spazio importante dato alla sua componente ludico-gastronomica, si pone in perfetta coerenza con le tematiche della kermesse internazionale che sta per arrivare: “FOOD è la mostra ideale per anticipare i temi dell’Esposizione Universale – ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno – un modo per entrare nel mondo del cibo, delle sue origini, delle sue forme, delle sue ragioni, delle sue frontiere; e per creare fin d’ora quel clima di attenzione e interesse, ma anche di festa e divertimento, in cui Expo 2015 a breve ci trascinerà tutti”.

Per raggiungere questi obiettivi il progetto scientifico di FOOD scompone i piatti in tutti gli elementi che li compongono e li analizza nel dettaglio con linguaggi differenti che vanno da immagini al microscopio a video didattici fino a giochi interattivi. La mostra è suddivisa in 4 sezioni principali. Innanzitutto un’ampia esposizione di semi sarà il veicolo per capire qual è il reale significato del termine “biodiversità” e quali sono le strategie messe in campo per tutelarla. Ci sarà poi spazio per una sorta di viaggio nel tempo nel quale conoscere l’evoluzione attraverso i secoli della storia e dell’utilizzo delle principali componenti della nostra alimentazione (dal grano fino al cacao e al caffè). E non mancherà l’attenzione sugli aspetti che possono interessare gli appassionati di cucina, con l’illustrazione dei meccanismi fisici e chimici che si innescano nella preparazione di pietanze, come ad esempio il gelato, e la comprensione del funzionamento dei più comuni elettrodomestici. Inoltre il visitatore sarà accompagnato da una serie di pannelli dedicati ai comportamenti corretti in cucina: da come conservare gli alimenti in frigorifero a come preparare la maionese perfetta. Infine la mostra si concentrerà sui sensi che ci permettono di percepire il cibo come il piacere che è; qui, tramite strumenti interattivi, sarà possibile capire come essi possono influire sulla percezione del gusto.

www.puntarellarossa.it