Anche Google ha un cuore romantico. E così il doodle di lunedì 11 agosto è dedicato allo sciame meteorico delle Perseidi ovvero le stelle che per molti giorni di agosto fanno tenere tutti con il naso all’insù e in particolare la notte del 10 agosto, quella dedicata a San Lorenzo e alle sue “lacrime”. 

Il fenomeno delle stelle cadenti è dovuto al fatto che ogni anno, nella prima metà del mese di agosto, la Terra interseca nella sua orbita lo sciame di meteore delle Perseidi. A contatto con l’atmosfera terrestre, i frammenti di materia prendono fuoco, divenendo visibili anche ad occhio nudo. Uno spettacolo che si può ammirare nel periodo che può andare avanti per molti giorni. Infatti, nonostante la Super Luna di domenica 10 agosto che ha oscurato le stelle, nei prossimi giorni sarà ancora possibile vedere illuminarsi il cielo di piccolo lampi di luce. 

Le meteore saranno le regine anche del cielo autunnale e invernale: in ottobre le Draconidi e le Orionidi; in novembre le Leonidi, e infine in dicembre le Geminidi. In autunno la cometa Siding Spring, visibile solo con telescopi, potrebbe riservare una sorpresa, osserva l’Unione Astrofili Italiani (Uai): nel suo incontro ravvicinato con Marte, programmato per il 19 ottobre, potrebbe schiantarsi sul suolo del pianeta rosso.