E’ guerra di numeri sul rapporto deficit-Pil italiano. Il Movimento 5 Stelle ha presentato in procura a Roma un esposto nei confronti dell’Istat, che “avrebbe ritoccato il dato sul rapporto deficit-Pil presentato all’Europa il 30 settembre scorso, riportando un 3% tondo e non il 3,1% riferito dalla nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza stilata dal ministero del Tesoro“.

L’iniziativa del M5S arriva nel giorno in cui l’Europa ha tagliato le stime nei confronti del rapporto deficit-Pil italiano, che a maggio sono previste passare dal 2,9 al 3 per cento. L’esposto è stato presentato dal capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, Alessio Villarosa, e dalla deputata Roberta Lombardi. “Siamo stati ricevuti – si legge in una nota – dal procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone, al quale abbiamo illustrato i fatti così come l’abbiamo ricostruiti. Si tratta di un presunto falso in atto pubblico: l’Istat ha trasmesso all’Unione europea lo scorso 30 settembre una nota d’aggiornamento sul rapporto deficit-Pil ritoccata al ribasso per evitare la procedura d’infrazione”.

A quanto riferiscono i promotori dell’esposto, il procuratore della Repubblica di Roma “ha assicurato che faranno delle indagini, ma si vedrà come procedere perché non ci sono precedenti”.