Grillo pericolo per l’intera Europa. Lo scrive il New York Times in un editoriale che si allarma per il sentimento antieuropeo e le critiche alla moneta unica. “Il vero pericolo per l’Europa è che formazioni come il Movimento 5 Stelle in Italia aumentino, e che gli elettori e i leader dei Paesi in difficoltà considerino sempre meno importante l’adesione all’euro”: lo scrive in un editoriale il New York Times, in cui si sottolinea come il crescente sentimento antieuropeo sia il frutto della “medicina amara” imposta ai cittadini del Vecchio Continente. Secondo il Nyt sono dunque le dure misure di austerity a mettere alla prova la fiducia degli europei per le istituzioni sovranazionali. “Una medicina – la definisce il giornale – che sta uccidendo il paziente”. Il quotidiano statunitense spiega: “Per più di quattro anni i leader europei hanno spinto per un mix di austerity e riforme strutturali nei Paesi più in difficoltà come Portogallo, Spagna e Italia. Ma fin dal primo momento è stato chiaro che austerity e riforme strutturali insieme non sarebbero stati possibili in un periodo di profonda recessione. E questa realtà dolorosa si sta ora sviluppando senza che si intraveda una fine all’orizzonte”.

Il New York Times quindi sottolinea come a causa di questa ricetta sbagliata “gli italiani frustrati hanno votato in gran parte per un movimento anti-sistema, col risultato di non avere ancora un nuovo governo quando dalle elezioni è oramai passato più di un mese”.