Cipro (Κύπρος in greco, Kıbrıs in turco) è la terza isola del Mar Mediterraneo… il terz’ultimo Stato dell’Eurozona quanto a popolazione (830.000), davanti a Lussemburgo (502.000) e Malta (416.000)… di cui rappresenta lo 0,2% del PIL… Da una brochure: “La Repubblica di Cipro ha un sistema bancarioben sviluppato, modellato sul sistema britannico… La nuova legislazione bancaria introdotta nel 1997, soddisfa la maggior parte delle direttive bancarie comunitarie, che costituiscono un quadro aggiornato e rafforzato di regolamentazione e di vigilanza…” La brochure non dice che – in caso di guai – le ipertrofiche banche cipriote (800% del PIL) sono troppo grandi per essere salvate da Cipro. Un po’ com’era l’Islanda nel 2007.

La crisi bancaria Ciprota è iniziata nel 2010, per la pesante esposizione nei confronti della vicina Grecia… Secondo il FMI fino ad allora Cipro aveva goduto di ‘un lungo periodo di crescita e finanze pubbliche sane’. Le misure introdotte si aggiungono allo sforzo già in atto dei locali, e colpiscono duramente un’economia che si va contraendo del 4,5% l’anno.

Quando – nella notte fra il 16 e il 17 Marzo 2013 – il rappresentante della BCE ha preteso la ‘tassa’ sui depositi bancari‘tutti i depositi… altrimenti tagliamo la liquidità e facciamo crollare le vostre banche’- pare che i Finlandesi e il Commissario Rehn si siano  entusiasmati; i tedeschi sorriso.  

FQ (sempre Feltri) 20/3/23: “Com’è noto, la crisi di fiducia nei mesi seguenti colpì le banche Italiane, Spagnole, e … Dapprima gradualmente… Il declino progressivo dell’offerta di moneta nei c.d. PIIGS, e la balcanizzazione dell’Unione Monetaria, accelerarono la spirale che…

La prospettiva concreta dei prossimi mesi è il declino progressivo della quantità di moneta nei c.d. PIIGS (circa l’80% della moneta è fatta di depositi bancari, se vengono ritirati anche in piccola parte, l’effetto di demoltiplicazione della moneta è forte), la balcanizzazione dell’Unione Monetaria (con marcate differenze nella disponibilità di credito e capitali), l’accelerazione della spirale negativa dell’economia reale, e infine il default sui titoli del debito. Uno scenario brutto.

2. ‘Allegro ma non Troppo’

Una persona stupida è “una persona che causa un danno ad altre persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé, o addirittura subendo una perdita”.

La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta: Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione…

La Quarta Legge fondamentale afferma che: Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. (C.M.Cipolla)

3. Dedica

Ieri i miei pensieri sono volati dall’asse Cipro-Bruxelles agli studi del Cipolla, e da lì a …Vittorio. Vittorio, so che sei molto impegnato, al momento, nel ‘disbrigo degli affari correnti’; ma di fronte al coro di proteste che si leva da tutto il mondo, vorrei rassicurarTi. Gli stupidi sono più felici: non sanno di essere stupidi.

Forse – chissà – è stato il Tuo ultimo Eurogruppo: e Tu… Ti sei accodato: ai soliti amici. Di soppiatto, o con tanta innocenza? Pensavi che di Cipro il mondo non si sarebbe accorto? O che l’assicurazione dei depositi – pilastro di stabilità finanziaria, per ottant’anni ma lascito di F.D.R., un socialista, utile idiota! – sia da smantellare? La stabilità finanziaria si mantiene con la disciplina del mercato! Ci pensa la mano invisibile. Come nell’ottocento… capitalismo nature.

‘Vogliamo colpire le mafie russe’: non c’hai creduto neppure Tu! Il prelievo forzoso sui depositi minimi ‘fra zero e 100.000 Euro’ – che la BCE ha preteso, invece di rivalersi sugli azionisti e sugli obbligazionisti – colpisce la vedova, il commerciante, l’Agenzia di viaggi…: russa? Boh! Ma non i mafiosi!

Noi assistiamo assieme allo stadio nascente di uno Stato totalitario, l’Eurozona. La BCE – potere non elettivo, dalle regole immodificabili, dal personale non sostituibile e perciò non responsabile delle sue azioni anche con 25 milioni di disoccupati – detta ai Parlamenti l’Agenda, ai Governi i Trattati; alla politica impone un pilota automatico.

Ma Tu, Vittorio, hai creduto di far bene. Speriamo dunque che i tuoi cuginetti Grillini non ti interroghino in Parlamento: non ti chiedano se in Europa hai votato per questa nuova prodezza della BCE; se hai deciso da solo o con Mario; se è vero che il contributo dell’Italia è stato decisivo, dato il suo peso nel meccanismo di voto a ‘maggioranze qualificate multiple’. Grazie a voi, oggi il valore dei miei titoli è sceso da 66 a 65 mila; fra qualche settimana un’altra impresa fallirà per mancanza di credito; un altro amico perderà il lavoro. Ma chi potrebbe avercela con te? Quel che conta sono le intenzioni.