Il numero uno della Fiom ospite alla festa del Fatto Quotidiano è accolto con grande calore dal pubblico del Parco della Versiliana. “Siccome noi siamo accusati di essere di destra, via abbiamo portato uno che senza dubbio alcuno [ di sinistra” lo annuncia così il giornalista del Fatto quotidiano Vittorio Malagutti. Sulla crisi della Fiat in Europa e la possibilità della chiusura di 5 stabilimenti Landini afferma: “Conferma l’intenzione di Marchionne di lasciare il mercato europeo nel totale disinteresse del governo italiano che perderà una delle sue perle industriali”. Il lavoro secondo il segretario generale è il grande assente nei dibattiti del centrosinistra italiano. “Se nessuno se ne occupa prima o poi questo vuoto verrà colmato”. Alla domande se c’è l’intenzione di trasformare il sindacato in una forza politica e di proporre una candidatura targata Fiom alle primarie del Pd Landini risponde secco: Il sindacato rimane sindacato, poi non si possono escludere scelte individuali”