“Direttore buongiorno, sono Barbato. Volevo delle informazioni per un mutuo. Devo comprare una casa”. Francesco Barbato, deputato dell’Italia dei valori è andato con una telecamera nascosta alla BNL del  Senato per chiedere il mutuo per una sua amica.

Nel corso del servizio, realizzato per Piazzapulita di La 7, scopre che, se per un cliente esterno il tasso variabile è del 4.07%, per un senatore o per qualcuno di cui lui si faccia garante si abbassa all’1,57%. Quasi tre punti in meno. Un trattamento di favore che Barbato stesso definisce “una pacchia”.

E non va male nemmeno ai dipendenti di Palazzo Madama che riescono a strappare un tasso dell’ 1, 72%.