Il circuito di Misano Adriatico sarà intitolato a Marco Simoncelli. Lo ha deciso il Consiglio di amministrazione della Santamonica Spa che ha accolto all’unanimità la proposta di associare il nome del proprio impianto alla figura del giovane pilota scomparso lo scorso 23 ottobre.

“Lo dobbiamo alla memoria di Sic – ha dichiarato il vicepresidente Luca Colaiacovo – alla sua famiglia, alle centinaia di migliaia di fan che ne ammiravano il coraggio e l’umanità, alle tante personalità del mondo sportivo e dei media che si erano fatti interpreti di questo vero e proprio moto popolare, spontaneo e commovente. Siamo quindi felici e orgogliosi di associare l’impianto di Misano a Marco, un fuoriclasse nello sport e nella vita”.

“Nelle prossime ore – ha proseguito Colaiacovo – incontrerò la famiglia per annunciare la nostra decisione. Dirò loro che Marco continuerà a stare con noi per sempre, anche grazie alle iniziative che insieme assumeremo nei prossimi mesi”.

Il Cda della Santamonica spa, nel dare mandato agli organi statutari di approfondire la questione anche sotto l’aspetto giuridico, ha fin d’ora assunto l’impegno di non utilizzare in alcun modo il nome di Simoncelli per iniziative di marketing e commerciali relative al brand Misano Word Circuit.

Ma le iniziative per ricordare il Sic non finiscono qui. Domenica prossima sul circuito di Valencia, dove si correrà l’ultimo Moto Gp della stagione 2011, un muro alto sedici metri con sopra il numero 58 e un nastro listato a lutto sarà messo a disposizione per il pubblico durante il weekend di Valencia. I tifosi di Sic potranno lasciare il proprio messaggio o il proprio pensiero sul 24enne pilota del Team San Carlo Gresini Honda.

Assegnato già il titolo mondiale di categoria all’australiano Casey Stoner, unico denominatore comune del fine settimana in terra spagnola sarà proprio il compianto pilota di Cattolica. Sul circuito Ricardo Tormo tutto girerà intorno al ricordo e alla figura di Simoncelli e il Gp passerà in secondo piano. Saranno in tanti a rendere omaggio al talentuoso e generoso pilota italiano, a cominciare dai colleghi che tante volte si sono dovuti confrontare e scontrare con lui.

Mancherà Colin Edwards, il pilota statunitense che insieme a Valentino Rossi ha travolto incolpevolmente Simoncelli al secondo giro del gran premio di Sepang, quando la moto del pilota italiano è scivolata verso il centro della pista, proprio sulla traiettoria obbligata dei piloti che lo seguivano. Edwards ha riportato alcune lesioni nell’impatto con la moto di Simoncelli e nella successiva caduta, mentre Valentino Rossi, che era riuscito a rimanere in sella a Sepang, correrà sulla sua Ducati.

Infine è ufficiale anche il minuto di “casino” alla memoria di Sic, come richiesto informalmente dal padre Paolo. L’organizzazione del Gran premio di Valencia ha confermato che prima della partenza delle 125, 250 e 500  tutte i piloti in gara faranno ruggire i loro motori in onore e in ricordo di Marco. Loris Capirossi, pilota della Ducati, che correrà a Valencia l’ultimo Gp della sua lunga carriera (22 anni), ha detto che questo fine settimana sarà veramente speciale: “Correremo tutti con Marco nel cuore”.

(d.t.)