L’uomo d’affari Luigi Bisignani è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare su richiesta della Procura di Napoli nell’ambito dell’inchiesta sulla P4. L’ipotesi di reato è di favoreggiamento in relazione alla rivelazione di notizie coperte da segreto. Per Bisignani sono stati disposti i domiciliari. Risulta indagato, in concorso con Bisignani è anche il parlamentare Pdl Alfonso Papa.

L’indagine condotta dai pm della Procura di Napoli Francesco Curcio e Henry John Woodcock cerca di fare luce su un sistema informativo parallelo, quella che per i magistrati potrebbe essere una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla gestione di notizie riservate, appalti e nomine, in un misto, secondo l’accusa, di dossier e ricatti, anche attraverso interferenze su organi costituzionali. Oltre alla gestione di notizie riservate, l’inchiesta intende chiarire ogni aspetto in merito ad appalti, nomine e finanziamenti. “Le indagini da cui è derivata la misura cautelare agli arresti domiciliari – sottolinea in una nota ilprocuratore aggiunto della Repubblica di Napoli, Francesco Greco – hanno riguardato l’illecita acquisizione di notizie e di informazioni, anche coperte da segreto, alcune delle quali inerenti procedimenti penali in corso nonchè di altri dati sensibili o personali al fine di consentire a soggetti inquisiti di eludere le indagini giudiziarie ovvero per ottenere favori o altre utilità”.